Log in
21-Sep-2019 Aggiornato alle 17:28 +0200

Napoli, 18 novembre la prima trans freedom march

  • Scritto da Nota stampa comune di Napoli
  • Pubblicato in Sociale
  • 0 commenti
Partenza da piazza Dante il 18 novembre alle ore 17 foto: maps.google.it Partenza da piazza Dante il 18 novembre alle ore 17

Partenza da piazza Dante il 18 novembre alle ore 17.

NAPOLI - Domani, Sabato 18 novembre, dalle ore 17 con partenza da Piazza Dante, si terrà per la prima volta a Napoli la"Trans Freedom March Nazionale" -TDoR  2017*, ideata da Veet Sandeh. Il "TdoR "è una fiaccolata per commemorare le  vittime di violenza transfobica nel mondo e, al contempo, un momento di sensibilizzazione sulle questioni della persone Trans.

Il corteo partirà da Piazza Dante, attraverserà il centro storico della  città per poi giungere a Piazza Municipio, dove si concluderà con un  concerto gratuito durante il quale si esibiranno gli artisiti che  partecipano alla marcia: Valentina Stella, Cristina Donadio, Dolores Melodia, Boutique Chantante, Bandarotta Bagnoli, Soprano Nunxia Ferrandino, Mezzo Soprano
Margherita Settimo, CorAcor/ Napoli Rainbow Choir, Carmen Lady Bird, Ciro Cascina, Tischy Mura dj, presenta Sofia La Papessa.

Al corteo prenderà parte la Delegata del Sindaco alle Pari Opportunità  Simonetta Marino che dichiara: "Napoli rappresenta un territorio controverso, nel quale la storia ed i servizi di accoglienza e convivenza per la popolazione trans e la comunità  LGBTQI, in generale, soffrono il disagio, l'ostilità, la violenza e le  discriminazioni perpetrate a danno di cittadine e cittadini esposti a  condizioni di forte marginalità sociale"

L'Amministrazione è impegnata  nella ricerca di una sede idonea a garantire processi innovativi e sinergici di accoglienza integrata per la comunità transessuale, nell'ottica di valorizzare percorsi sostenibili di protagonismo, autonomia e partecipazione. Le Istituzioni e la società civile hanno il dovere di costruire e diffondere contagio, scardinare gli stereotipi e decostruire i messaggi mistificatori, agendo nell'immediato, soprattutto grazie al coinvolgimento delle  generazioni più giovani"