Log in
15-Nov-2018 Aggiornato alle 15:01 +0100

Donazione degli organi, una cultura sociale ancora poco sentita

Napoli: in Piazza del Plebiscito varie centinaia di cittadini hanno espresso con la sottoscrizione la volontà di donare gli organi.

La libera sottoscrizione volontaria di donare gli organi da parte delle numerosissime persone che hanno aderito alla campagna promossa in favore appunto della donazione degli organi, volta a pubblicizzare e portare a conoscenza del pubblico le esigenze e le necessità oggettive dovute alle lunghe file in attesa di trapianti e alla pochissima disponibilità di organi in favore delle strutture specializzate in trapianti nelle varie branche chirurgiche.

La limitata campagna d’informazione riguardo alla severità delle leggi in materia, che permettono l’espianto solo quando sono venute a mancare inequivocabilmente le possibilità di una ripresa delle funzioni vitali del donatore, fanno si che la popolazione non venga sensibilizzata e invogliata al compimento di questo nobile e altruistico gesto allo scopo di ridare la vita a chi ha perso completamente le speranze di guarigione.

L’Ente Ospedaliero Monaldi, assieme a tutti i chirurghi impegnati nelle quotidiane battaglie in favore di quanti si trovano in attesa di trapianto, oltre a chi ha potuto già beneficiare del ritorno alla vita, incominciano a sentirsi soddisfatti del buon numero di persone che stanno cominciando a prendere coscienza del problema della alla mancanza di organi, e soprattutto verso quella che rappresenta una vera azione di nobiltà d’animo a opera di chi al momento dell’espianto sta perdendo qualcosa di enormemente caro.

 

Vincenzo Cacciapuoti

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.