Log in
17-Nov-2018 Aggiornato alle 12:50 +0100

Napoli, la Giunta approva permuta caserma Nino Bixio

Napoli, la Giunta approva permuta caserma Nino Bixio Ass. Fucito - Foto: comunicato

La giunta municipale, a firma dell'Assessore al Patrimonio Sandro Fucito, ha approvato la delibera con la quale si autorizza la permuta per conferire in proprietà allo Stato la Caserma Nino Bixio in cambio dell'immobile sito in Napoli alla via Egiziaca a Pizzofalcone n.35, che diventerà di proprietà del Comune di Napoli. Tale importante complessa operazione, adottata ad iniziativa del Sindaco che nello scorso novembre aveva stipulato il relativo protocollo d'intesa con l'Agenzia del Demanio, il Ministero dell'Interno ed il Ministero della Difesa, consentirà di destinare la caserma "Nino Bixio" al potenziamento infrastrutturale della Scuola Militare "Nunziatella", già destinata a diventare Scuola Militare Europea, e di realizzare un importante obiettivo strategico per la valorizzazione dell'intero complesso immobiliare che conferma il legame di tradizione esistente tra la città di Napoli e quest'importante istituzione. I futuri progetti previsti sull'area ed in attesa di finanziamento, in uno con l'ampliamento già programmato della scuola "Nunziatella", determineranno una riqualificazione urbana, paesaggistica e funzionale di tutta l'area di Monte Echia, peraltro tutelata sia sotto il profilo paesaggistico che dall'UNESCO, con condivisione degli spazi realizzati ed un uso pubblico degli stessi. Il Comune entrerà in possesso invece di un edificio del XVII secolo, oggi ad uso residenziale (costituito da 80 unità immobiliari), facente parte dell'ex complesso conventuale dell'annessa Chiesa di S.Maria Egiziaca a Pizzofalcone, già dichiarato di interesse storico-artistico, al fine della messa a reddito, valorizzazione e/o alienazione dello stesso, con evidenti positive ricadute socio-economiche. Il personale della caserma Bixio sarà inoltre trasferito nella caserma Boscariello a Miano rafforzando la presenza delle forze dell'ordine nel quartiere e compiendo un'ulteriore operazione volta alla riqualificazione della zona. Le sinergie attivate tra l'Ente territoriale e le Amministrazioni dello Stato coinvolte assumono, in definitiva, nel contesto sociale di riferimento, una forte valenza di sviluppo e rigenerazione del territorio, nonché elemento di stimolo e impulso economico, finalizzato al soddisfacimento degli interessi della collettività.