Log in
21-Sep-2019 Aggiornato alle 17:28 +0200

Napoli, servizi di controllo dei Carabinieri: 9 arresti e 5 denunce

Napoli, servizi di controllo dei Carabinieri: 9 arresti e 5 denunce foto nota stampa

Controlli dei Carabinieri nelle zone di Soccavo, Pianura, Bagnoli e Fuorigrotta

Servizio straordinario di controllo del territorio per la prevenzione e repressione di fenomeni d’illegalità diffusa operato dai Carabinieri della Compagnia di Bagnoli insieme a colleghi del Reggimento Campania.

Arrestati L.M.A., 21enne, M.E., 21 anni, A.C., 28 anni e B., 54 anni, tutti della zona e già noti alle forze dell'ordine. Sono ritenuti responsabili in concorso di cessione di cocaina e hashish su una “piazza di spaccio” allestita al civico 446 di via Evangelista Torricelli.

Gli acquirenti sono stati individuati dagli operanti. Gli arrestati sono in attesa di rito direttissimo. Arrestato anche M.M., un 42enne di via Adriano sottoposto agli AADD che si è reso responsabile di evasione essendo stato sorpreso dagli operanti in giro per il quartiere in violazione agli obblighi imposti. L’arrestato è stato ri-sottoposto alla medesima misura in attesa di rito direttissimo.

Leggi anche: NAPOLI, TENTANO DI RUBARE UN SUV: ARRESTATE TRE PERSONE

Z.V., 26 anni, di via Monti, già noto alle forze dell'ordine e F.L., 23enne, di via Monti, entrambi destinatari di Ordinanza di Custodia Cautelare per concorso in spaccio di stupefacente emessa dal GIP di Napoli sono stati rintracciati, arrestati e tradotti nella Casa Circondariale di Poggioreale.

Arresto e traduzione in carcere anche per un 30enne destinatario di Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura di Napoli per l’espiazione della pena residua (fino al 10.11.2019) conseguente a una condanna per violenza sessuale.

S.G., 32 anni, di via Campegna, già noto alle forze dell'ordine, è stato portato in carcere a espiare 4 anni e 8 mesi per reati contro il patrimonio. Denunciati in stato di libertà 5 soggetti responsabili della violazione dei sigilli apposti a una “piazza di spaccio” al civico 40 di via tertulliano, all’interno della quale sono stati bloccati dagli operanti.