Log in
17-Nov-2018 Aggiornato alle 12:50 +0100

Napoli, L'Asl 1 riduce di due terzi un appalto di pulizia: chiesto l'intervento del Prefetto

  • Scritto da Comunicato Stampa
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti

L'Assessore al lavoro del Comune di Napoli: "Situazione insostenibile per la città"

“L'ASL n° 1 di Napoli ha ridotto di 2/3 l'importo dell'appalto per le pulizie ed altri servizi nelle strutture sanitarie di competenza. In termini economici si scende da un importo di circa 32 milioni di euro a circa 7 milioni di euro.

L'effetto immediato è che il 70% dei lavoratori attualmente occupati, a parità di condizioni lavorative, saranno licenziati dopo una media di 20/25 anni di attività ininterrotta presso la stessa struttura. Parliamo di oltre 700 lavoratori che fra pochi giorni non avranno più una prospettiva di lavoro.

I costi occupazionali, sociali, economici di questa decisione per la città di Napoli sono insostenibili. La grande preoccupazione per le ricadute negative sulle persone e sul territorio di queste decisioni mi ha spinto a chiedere formalmente al Prefetto di Napoli di convocare con urgenza una riunione”. Lo ha dichiarato Enrico Panini, assessore al Lavoro e alle Attività produttive.