Log in
16-Nov-2018 Aggiornato alle 18:17 +0100

Napoli, il buon giorno non "si vede dal Mattino"

  • Scritto da Coordinamento Aziendale COBAS P.I. Sanità
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Napoli, il buon giorno non "si vede dal Mattino" Foto: repertorio

Rimostranze COBAS Cardarelli alla Redazione del Mattino di Napoli

Il mattino, giornale di Napoli non pubblica le denunce fatte dai COBAS in tema di ciò che accade al Cardarelli di Napoli. Sono le “accuse” che spesso i lavoratori fanno al coordinamento aziendale dei cobas cardarelli di Napoli, in merito anche alle ultime denunce fatte sul tema “magica scomparsa delle barelle dai corridoi” e sulla chiusura del pronto soccorso ortopedico.

La replica dei Cobas che non tarda ad arrivare: “il nostro obiettivo è quello di dare notizie, di informare i cittadini su note stampe vere, basate su fatti reali, non possono certi giornali pubblicare in prima pagina notizie come “De Luca risolve il problema barelle al Cardarelli” e non pubblicare poi che lo stesso dopo pochi giorni e stato sbugiardato da un consigliere regionale che ha smentito simili “fandonie”. Avevamo detto che qualcosa era stato fatto, ma non troppo e che le barelle dai corridoi erano passate nelle stanze di degenza cosa constatata e verificata dallo stesso consigliere… abbiamo dato notizia che chiudeva un ps ortopedico al Cardarelli, ma anche questa notizia sembra passata inosservata...

I lavoratori forse attribuiscono tutta l’importanza delle notizie solo se pubblicate dal Mattino ,con tanto di rispetto per questo giornale storico, ma a noi poco importa “non esiste mica solo il Mattino per diffondere notizie ed informare i cittadini, esistono altre testate giornalistiche altrettanto brave e capaci che pubblicano le nostre note stampa, le nostre denunce che servono solo per mettere in evidenza i disservizi che si creano alla cittadinanza e per cercare di migliorare lo status quante tutto qui” riferiscono i COBAS.

Noi diamo notizie, facciamo le nostre “denunce e/o rimostranze”, facciamo sindacato serio a tutela dei lavoratori e non solo, teniamo a cuore la nostra azienda e vogliamo migliorarla potenziando i servizi a favore dei cittadini e se qualcuno è interessato solo a “glorificare” vanamente i “potenti” di turno a noi poco importa continueremo nelle nostre battaglie.

Ma sta di fatto che non può passare inosservato che chiude un ps ortopedico nella fabbrica di salute più grande del sud e nessuno ne parla, nessuno se ne interessa fatta eccezione per qualcuno a cui veramente sta a cuore la sanità campana.

Napoli li 26.06.2016
Coordinamento aziendale COBAS P.I. Sanità