Log in
17-Nov-2018 Aggiornato alle 12:50 +0100

Napoli, hanno aggredito, ferito e rapinato un ucraino: denunciati tre minori

Napoli, hanno aggredito, ferito e rapinato un ucraino: denunciati tre minori Foto: archivio

Il fatto è avvenuto ieri alle 20:30 circa ai danni di un cittadino ucraino: tre minori di 14, 15 e 16 anni. Alla vista degli agenti si sono dati alla fuga ma grazie all'ausilio delle "Volanti" sono stati bloccati

Denunciati in stato di libertà tre minori di 14, 15 e 16 anni dagli agenti della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato San Paolo in collaborazione con i loro colleghi dell'Ufficio Prevenzione Generale. Il fatto è avvenuto ieri sea quando i tre hanno rapinato un cittadino ucraino.

La vittima alle 20:30 circa si è presentato presso il Commissariato con vistose ferite da arma da taglio ed ha riferito agli agenti presenti di essere stato appena accoltellato da tre giovani nei pressi del viottolo che da Via Claudio conduce a Piazzale Tecchio.

Il malcapitato è stato prontamente soccorso dai poliziotti ed in seguito hanno raggiunto la panchina dove l'uomo era stato aggredito poco prima. Nelle immediate vicinanza era presente un gruppetto di ragazzi che alla vista degli uomini del Commissariato San Paolo hanno assunto un atteggiamento agitato.

Uno di loro ha poi lanciato a terra un coltello a serramanico che si è poi rivelato essere quello utilizzato per l’aggressione. I ragazzi si sono pertanto dati alla fuga in direzione del sottopasso di Via Claudio ma, grazie all’ausilio delle “Volanti” poco dopo, tre dei ragazzi del gruppetto sono stati intercettati, raggiunti, bloccati e subito condotti al vicino Commissariato.

Nel frattempo il cittadino ucraino vittima dell’aggressione è stato medicato dai sanitari del vicino Ospedale San Paolo e giudicato guaribile in 15 giorni. Al termine degli accertamenti, i tre minori sono stati deferiti in stato di libertà per tentata rapina aggravata in concorso ed affidati ai rispettivi genitori.

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.