Log in
15-Nov-2018 Aggiornato alle 18:25 +0100

Napoli, Caputo trasferito in una casa di pena in Puglia

Napoli, Caputo trasferito in una casa di pena in Puglia Foto: repertorio

L'uomo era detenuto a poggioreale per l'omicidio della piccola Fortuna Loffreso. 10 giorni fa tentò di ingoiare una lametta da barba

Dieci giorni fa aveva cercato di ingoiare una lametta da barba durante i colloqui coni familiari, ma gli agenti della Penitenziaria riuscirono a soccorrerlo. Il suo, fu un gesto considerato come dimostrativo forse per accelerare il suo trasferimento presso un altro istituto di pena, anche se il suo trasferimento era caldeggiato e richiesto anche dalla direzione della Casa Circondariale di Poggioreale.

Raimondo Caputo, fino a ieri pomeriggio detenuto a Napoli con l’accusa di aver violentato ed ucciso la piccola Fortuna Loffredo il 24 giugno del 2014 per poi gettarla dall’ottavo piano di uno dei palazzoni del Parco Verde di Caivano, quartiere a rischio e abbandonato di un comune della Città metropolitana di Napoli, è stato trasferito in una casa circondariale pugliese.

Il Caputo aveva chiesto più volte di essere spostato in un'altra struttura di detenzione, soprattutto per le difficoltà che i parenti incontravano quando lo andavano a trovare in occasione dei colloqui.