Log in
14-Nov-2018 Aggiornato alle 19:38 +0100

Napoli, bandiere a mezz'asta sul Maschio Angioino per Khaled Al Assaad, martire della storia e dell'arte

Napoli, bandiere a mezz'asta sul Maschio Angioino per Khaled Al Assaad, martire della storia e dell'arte Machio Angioino con Bandiere a Mezz'asta

L'azione iconoclasta dell'ISIS non distrugge distrugge solo la storia e arte; essi, infatti, non esitano ad uccidere barbaramente anche coloro che cercano in tutti i modi di proteggerla. Quanto accaduto a Khaled Al Assaad è emblematico di una ferocia inaudita che, unita ad una ingnoranza abissale, porta ai macabri bollettini che riempiono l'informazione di tutto il mondo. Khaled al Assaad, fino a ieri sconosciuto ai più, era il direttore del sito archeologico di Palmira si era preso cura del sito siriano e dei suoi tesori per oltre quarant'anni. Temendo l'avanzata dell'ISIS note tempo fece celare quanto più possibile tranne le strutture della città. Quando sul posto sono arrivati i jihadisti del Califfato che gli hanno imposto di rivelare dove fossero nascosti i reperti da distruggere, egli ha deciso di tacere fino alla morte diventando, di fatto, un martire dell'arte e della storia. Khaled Al-Assaad è stato ritrovato decapitato appeso ad un palo della luce. A dare per primo la notizia Maamoun Abdulkarim, direttore delle Antichità e dei Musei Siriani, poi riportata dal quotidiano inglese "The Guardian". La notizia in poco tempo fa il giro del mondo e in Italia viene accolta la proprosta del Presidente dell'ANCI Fassino: Bandiere a mezz'asta in tutto sui monumenti delle città italiane. Anche Napoli, in una nota dichiara di aderire all'iniziativa ponendo a mezz'asta le bandiere su Castel Nuovo in segno di lutto.

Vincenzo Perfetto

Direttore Editoriale

Sito web: www.puntomagazine.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.