Log in
13-Nov-2018 Aggiornato alle 18:40 +0100

Napoli, assegnato locale di Scampia all'associazione Vittime della violenza sportiva “Ciro Vive”

La Giunta Comunale di Napoli ha deliberato l’assegnazione di un locale di proprietà comunale, all’interno del Centro Polifunzionale di Scampia in Viale della Resistenza, all’Associazione Vittime della violenza sportiva “Ciro Vive”, nel ricordo di Ciro Esposito, il napoletano tifoso azzurro ucciso il 3 maggio del 2014, in occasione della finale di Coppa Italia Fiorentina – Napoli nei pressi dello stadio Olimpico di Roma.

“Un atto importante che cade proprio alla vigilia della partita di calcio Roma – Napoli  - ha dichiarato l’Assessore al Patrimonio Sandro Fucito - un segnale innanzitutto per la comunità di Scampia, dove Ciro è nato, ma diretto a tutti i tifosi, affinché venga sempre difeso il diritto di tutti alla propria fede e passione sportiva senza mai dover subire l’offesa o la violenza altrui. Con questa scelta si onora degnamente la memoria di Ciro Esposito e di tutte le vittime della violenza sportiva. Alla famiglia di Ciro ed all’Associazione Vittime della violenza sportiva “Ciro Vive” non mancherà mai il sostegno e la vicinanza del Sindaco Luigi de Magistris e di tutta l’amministrazione Comunale”

Questo prima dell'incontro Roma Napoli in cui sono stati esposti striscioni estremamente offesivi nei riguardi della madre di Ciro. La Lega ha poi squalificato, chiudendola per un turno, la curva Sud dello Stadio Olimpico di Roma. Evidentemente c'è ancora molto lavoro da fare ma siamo sicuri che alla fine gesti come questo del Comune di Napoli daranno i loro frutti.

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.