Log in
14-Nov-2018 Aggiornato alle 19:38 +0100

Napoli, annullata l'ordinanza di custodia per Luigi Cesaro

 Il provvedimento restrittivo è stato annullato per carenza di gravi indizi di colpevolezza

Il Tribunale del Riesame di Napoli ha annullato l'ordinanza di custodia per Luigi Cesaro, ex Presidente della Provincia di Napoli e Deputato di Forza Italia, per il quale era stata avanzata la richiesta di arresto alla Camera dei Deputati.

I Giudici hanno accolto la richiesta dell'avv. Maiello, legale di Cesaro, per carenza di gravi indizi di colpevolezza. Le accuse contestate a Cesaro sono gravissime: concorso esterno in associazione camorristica e turbativa d'asta. Le accuse riguardavano alcune irregolarità negli appalti con il Comune di Lusciano nel casertano e risalenti al 2004.

I dettagli sono stati ricostruiti dagli inquirenti grazie al racconto dei retroscena di Luigi Guida, braccio destro di Bidognetti e Gaetano Vassallo, imprenditore legato a filo doppio al clan. Le misure cautelari per Luigi Cesaro furono emesse il 23 luglio dopo le ultime rivelazioni dei pentiti.

Cesaro ha così commentato l'annullamento del provvedimento: «È finito un incubo, sono stati anni terribili. Sono sempre stato sereno e ho sempre avuto fiducia nella magistratura».

Nei giorni precedenti il Riesame aveva disposto la scarcerazione anche per i due fratelli.

Vincenzo Perfetto

Direttore Editoriale

Sito web: www.puntomagazine.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.