Log in
21-Nov-2018 Aggiornato alle 16:29 +0100

Napoli, abusivismo: arrestato per violazione di sigilli

  • Scritto da Comunicato Stampa
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti

Gli Agenti della U.O. Vomero, collaborati dai colleghi della U.O. Tutela Edilizia hanno proceduto all’arresto del responsabile di un’attività di somministrazione di alimenti e bevande del Vomero, tale E.F.M. 48 anni resosi responsabile di violazione di sigilli di un manufatto edilizio abusivo già posto sotto sequestro e di cui era il custode giudiziario.

Nel mese di giugno scorso, gli uomini dell’antiabusivismo sequestrarono una nuova costruzione di circa 250 mq. realizzata senza titolo e costituente quattro strutture contigue e comunicanti. La custodia giudiziaria fu affidata al E.F.M. e, nell’atto di convalida, il Pubblico Ministero disponeva l’evacuazione dei siti da persone e cose.

Qualche tempo dopo, a seguito di sopralluogo, la Polizia Giudiziaria riscontrava l’inottemperanza di quanto decretato dall’Autorità Giudiziaria circa lo sgombero dell’area e constatava la continuazione dell’attività in quanto, nonostante il vincolo gravante sulla superficie, questa veniva utilizzata e adibita a sala di ristorazione. Venivano nuovamente apposti i sigilli circoscrivendo la superficie sequestrata.

Il 26 settembre u.s. gli agenti della U.O. Vomero accertavano l’ulteriore violazione dei sigilli verificando la presenza di alcuni avventori, nei locali soggetti a vincolo cautelare, intenti nella consumazione di alimenti. Il custode giudiziario, nella circostanza, affermava di aver ottenuto una proroga, firmata dal Giudice, che gli consentiva di utilizzare la costruzione abusiva fino al 10 ottobre 2014. Accertata la falsità di tale dichiarazione, i poliziotti municipali informavano il Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica, il quale disponeva l’arresto di E.F.M. e la traduzione dello stesso agli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima presso il Tribunale di Napoli che, al fine di evitare la reiterazione delle condotte delittuose, disponeva per l’E.F.M. la misura coercitiva dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì di ogni settimana.