Log in
14-Nov-2018 Aggiornato alle 19:38 +0100

Il Comune di Napoli contro l'attacchinaggio selvaggio

  • Scritto da Comunicato Stampa
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti

Il Comune di Napoli, attraverso l'assessore al Lavoro e alle Attività produttive Enrico Panini, è in campo contro l'attacchinaggio selvaggio e abusivo di manifesti elettorali e pubblicitari in città.

"A partire da oggi - ha dichiarato l'assessore Enrico Panini - sono state attivate alcune semplici modalità per segnalare alle autorità competenti i manifesti abusivi".

In particolare, sono stati avviati cinque canali di comunicazione col cittadino che vuole scendere in campo contro selvaggi e profittatori:

1)  l'email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. a cui inviare segnalazioni e foto;

2) l'account Twitter @comunenapoli a cui è possibile far pervenire foto ed indirizzo del manifesto abusivo utilizzando l'hashtag #manifestiabusivi;

3) la pagina Facebook ufficiale "Segnalazione Manifesti Abusivi - Comune di Napoli" (www.facebook.com/manifestiabusivi.napoli) su cui è possibile effettuare segnalazioni lasciando un post;

4) il modulo web del Comune di Napoli presente sul sito istituzionale www.comune.napoli.it; 

5) il numero di fax del Comune di Napoli 081/7959001 o 081/7959003.

Le segnalazioni inviate saranno inoltrate al Servizio Polizia Municipale del Comune di Napoli, per le sanzioni, e a Napoli Servizi, per le deaffissioni, e saranno gestite in ordine temporale.

"Da oggi - ha continuato l'assessore Panini - parte un contrasto ancora più deciso contro l'attacchinaggio selvaggio in città. Una pratica illegale che umilia e offende, senza alcun rispetto per i monumenti e per il decoro urbano, le vie dell'arte e le strade di Napoli, e che pagano i cittadini onesti. L'iniziativa rientra nel quadro degli interventi di contrasto all'abusivismo che l’Amministrazione sta mettendo in campo per assicurare il corretto utilizzo degli spazi pubblicitari, commerciali ed elettorali e per ribadire che Napoli si rispetta, non la si abusa".