Log in
16-Nov-2018 Aggiornato alle 18:17 +0100

Controlli della Municipale al Vomero nelle zone della Movida

  • Scritto da Nota stampa, Polizia Municipale Napoli
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Controlli della Municipale al Vomero nelle zone della Movida Foto: Comunicato

Dai controlli della Polizia Municipale sono emersi diverse infrazioni sanzionale con segnalazioni e sanzioni amministrative.

Il personale dell'Unità Operativa Vomero ha svolto una vasta operazione di Polizia Amministrativa nelle zone della Movida del quartiere al fine di verificare il rispetto dell'ordinanza emanata dal Sindaco di Napoli in materia di sicurezza, decoro ed igiene della città.

L'azione di controllo è cominciata in via Bernini dove sono stati sanzionati 6 titolari di noti fast food per la violazione della D.C.C. n. 12 del 2006 in quanto, in pieno giorno, avevano posizionato i bidoncini dei rifiuti sulla pubblica via in orari non consentiti dal regolamento comunale.

Leggi anche: CONTROLLI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO A NAPOLI: 3 DENUNCIATI

L'intervento è proseguito in via Merliani dove per 4 pubblici esercizi è scattata la sanzione amministrativa prevista dall'art. 20 C.d.S. perché occupavano abusivamente suolo pubblico. Nello specifico, al titolare di un pubblico esercizio è stata contestata l'infrazione per eccedenza di occupazione rispetto a quanto previsto dal titolo concessorio mentre per le altre tre attività, due bar ed un fast food, è scattata la sanzione per occupazione abusiva. I metri totali abusivi riscontrati sono 52 e a seguito di segnalazione all'ufficio COSAP sarà emessa una sanzione amministrativa di circa 36.000 euro. Seguirà anche la segnalazione agli uffici competenti della Direzione Centrale del Comune di Napoli per i successivi adempimenti di competenza. Nello specifico sarà richiesta l'emissione della diffida prevista per reiterazione dell'occupazione abusiva.

Successivamente, in via Aniello Falcone, gli agenti hanno contestato 4 infrazioni ai titolari di pubblici esercizi dove ad uno veniva contestata l'infrazione per la vendita dopo le ore 24.00 di alcol in bottiglie di vetro, per un altro è scattata la sanzione in quanto non adottava misure idonee tali da non far percepire la musica all'esterno; stessa sanzione anche per il titolare di un'altra attività al quale veniva contestata anche l'infrazione prevista dalla Legge 447/95 in quanto non rispettava le prescrizioni previste dal nulla osta di impatto acustico diffondendo musica a porte aperte. Poichè recidivi nella violazione, così come previsto dall'O.S., per entrambi i titolari seguirà la segnalazione al Questore di Napoli ai sensi del Decreto Legislativo n. 14 del 2017 modificato con Legge 48 (Decreto Minniti) per l'applicazione della sospensione dell'attività per un massimo di 15 giorni ai sensi dell'art. 100 Regio Decreto n.773 recante Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza, inoltre, seguirà anche la segnalazione agli uffici competenti della Direzione Centrale e del Servizio Ambiente del Comune di Napoli per i relativi provvedimenti di competenza.