Log in
12-Nov-2018 Aggiornato alle 19:13 +0100

Con il Natale, puntualmente, arriva anche il pizzo della camorra

Caserta: sette persone affiliati ai Casalesi, sono finite in carcere per aver chiesto per anni, il pizzo ai commercianti anche fuori Regione.

Sette persone sono state arrestate dalla DDA di Napoli con l’accusa di estorsione con stampo mafioso ritenute affiliate ai clan Schiavone e Zagaria, le indagini della DDA, sono iniziate nel mese di Marzo in seguito alle dichiarazioni di alcuni imprenditori, i quali, hanno trovato la forza di denunciare le pressioni estorsive subite per anni in prossimità delle feste pasquali, feriali e natalizie.

Dalla stessa inchiesta, come riportato dal quotidiano, “Il Mattino di Napoli”, è scaturito anche che alcuni commercianti e imprenditori edili, da anni subivano pressioni ed erano vittime di estorsione continua, perpetrata ai danni di chi già stenta ad andare avanti con la forte crisi in atto.
 

Vincenzo Cacciapuoti

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.