Log in
14-Nov-2018 Aggiornato alle 19:38 +0100

Casoria. Lo sorprendono a spacciare, ma a casa coltivava marijuana

  • Scritto da Nota stampa Questura di Napoli
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti

Gli agenti di Polizia che lo hanno sorpreso a spacciare a seguito della perquisizione domiciliare a Casoria hanno trovato una fiorente colticazione di marijuana con piantine dai 2 centimetri fino ai 50.

Ieri notte, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Afragola, hanno arrestato il 30enne di Casoria A.D.R. in quanto ritenuto responsabile dei reati di produzione, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Verso le 23,30 i poliziotti lo hanno notato in Via Manzoni a Casoria mentre cedeva una dosa di sostanza stupefacente ad un assuntore del posto. Sono quindi intervenuti bloccando venditore ed acquirente. In seguito a perquisizione A.D.R. è stato trovato in possesso di una banconota da 20 euro mentre l’acquirente aveva infatti una bustina trasparente contenente circa tre grammi di marijuana.

A questo punto gli agenti hanno deciso di perquisire l’abitazione del 30enne. Arrivati nel cortile, hanno subito percepito un forte odore provenire dal garage di pertinenza dove hanno quindi rinvenuto due piante di marijuana in fase di essiccazione e numerose bustine di plastica trasparenti di quelle normalmente utilizzate per il confezionamento della sostanza stupefacente.

All’interno di un’aiuola al centro dell’androne dell’edificio hanno poi trovato quattro vasi con piantine della stessa essenza alte due centimetri. In un giardino retrostante l’abitazione di A.D.R., apparentemente abbandonato e circondato da rovi, sono state trovate altre 10 piante di marijuana piantate in terra ed alte tra i 20 ed i 50 centimetri.

L’assuntore è stato segnalato all’Autorità amministrativa mentre A.D.R., già noto alla Polizia per i suoi numerosi precedenti penali, veniva arrestato e ristretto al proprio domicilio in attesa di essere processato con rito direttissimo.