Log in
21-Sep-2019 Aggiornato alle 17:28 +0200

Somma Vesuviana, tentato di rapinare una gioielleria ma il titolare li disarma e li mette in fuga

Somma Vesuviana, tentato di rapinare una gioielleria ma il titolare li disarma e li mette in fuga foto nota stampa

Arrestati dai Carabinieri due persone di Scampia 

La mattina del 23 maggio 2018 G.R., 24 anni e B.R., 33 anni, entrambi di Scampia e già noti alle forze dell’Ordine, entrarono in una gioielleria in via Gobetti e tentarono di perpetrare una rapina.

Avevano il volto coperto e minacciarono il gioielliere con una pistola con l’intenzione di impossessarsi di gioielli e del denaro nella cassa. Nonostante lo spavento il commerciante riuscì a disarmare uno dei malviventi e a mettere in fuga entrambi.

Leggi anche: OPERAZIONE PER IL CONTRASTO DEI ROGHI A SOMMA VESUVIANA, CALVIZZANO E SANT'ANASTASIA

Sul posto giunsero per le indagini i Carabinieri della Stazione di Somma Vesuviana che nell’immediatezza rinvennero e sequestrarono l’arma e l’auto usate dai rapinatori: una semiautomatica con matricola abrasa trovata a terra lungo la via di fuga e una Fiat 500 risultata rubata in provincia di Caserta e ritrovata bruciata nei pressi di Casal di Principe.

I militari li hanno identificati a partire da immagini prese da impianti di videosorveglianza e a servizi di controllo sul territorio. Nei loro confronti hanno oggi dato esecuzione a un’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal GIP di Nola su richiesta della locale Procura per tentata rapina. Dopo le formalità di rito sono stati tradotti ai domiciliari.