Log in
17-Nov-2018 Aggiornato alle 12:50 +0100

Napoli, Udienza finale del processo civile contro il centro sociale GRIDAS

  • Scritto da Comunicato Stampa Gridas
  • Pubblicato in Focus
  • 0 commenti

Convocato un presidio sotto il Palazzo della Regione Campania in occasione dell'Incontrotra il Comune di Napoli e la Regione Campania.

Il 1° ottobre 2018 si terrà l’udienza finale del processo civile intentato dallo IACP al GRIDAS perché occupante “senza titolo” (dalla sua fondazione, nel 1981!) di alcuni locali del centro sociale del rione Monte Rosa a Scampia-Napoli.

Dopo un processo penale vinto a pieno titolo “Assolti perché il fatto non sussiste” con motivazioni della sentenza che, in particolare, fanno riferimento alla mancanza dell’elemento della pauperazione del bene, anzi l’attività degli occupanti ha fatto in modo che il bene non solo non si svalutasse ma si apprezzasse anche economicamente, siamo alla battuta finale del procedimento civile.

 Dopo annosi rimpalli e cavilli burocratici che hanno impedito di fatto la permuta del bene tra Comune di Napoli e IACP/Regione auspicata sin dal giugno 2010, è stato fissato per mercoledì 12 settembre 2018 - ore 9:30 alla sede della Regione Campania (in via S. Lucia) un Tavolo Tecnico operativo per formalizzare la permuta dell’immobile tra Regione Campania e Comune di Napoli, ma sembra emergano nuove richieste di “morosità” per l’utilizzo di uno stabile che, ribadiamo, nasce come “centro sociale” e tuttora quella è la sua destinazione d’uso.

 CONVOCHIAMO per MERCOLEDI’ 12 SETTEMBRE 2018 - Ore 8:30 sotto il Palazzo della Regione un PRESIDIO con tutte le realtà che da anni ormai ci supportano in questa vicenda che non abbiamo mai considerato solo del GRIDAS poiché da sempre ribadiamo che il GRIDAS siamo tutti.

 Un presidio festoso, come è nel nostro stile, sperando di festeggiare un accordo di permuta che si attende dal 2010, quando ebbe inizio questa vicenda “legale”.

 Un presidio che vuole essere altresì di supporto alla delegazione del GRIDAS, che interpreta anche le molteplici realtà che lo supportano, che riteniamo debba prendere parte al Tavolo essendo fermamente convinti che ogni decisione sulla gestione degli spazi non possa prescindere dalla partecipazione delle realtà che quegli spazi vivono, valorizzano e, nel caso degli spazi sociali, restituiscono all’uso della collettività.

#IlGRIDASNonSiTocca 

GIU’ LE MANI DAGLI SPAZI SOCIALI

Qui il riepilogo dell’intera vicenda:

http://www.felicepignataro.org/il-gridas-non-si-tocca/