Log in
20-Oct-2018 Aggiornato alle 11:44 +0200

Napoli, siglata convenzione con l'Istituto Campano per la Storia della Resistenza

Napoli, siglata convenzione con l'Istituto Campano per la Storia della Resistenza Il Sindaco de Magistris con Guido D'Agostino - Foto allegata alla nota stampa

L'accordo con l'Istituto Campano per la storia della Resistenza "Vera Lombardi" aumenterà l'offerta culturale rivolta a cittadini e studiosi

È stata firmata ieri mattina dal Sindaco di Napoli e da Guido D’Agostino, Presidente dell’Istituto Campano per la Storia della Resistenza “Vera Lombardi” la convenzione che conferma, stabilisce e regola i rapporti tra il Comune di Napoli e l’Istituto. La notizia è stata divulgata attraverso una nota stampa ieri pomeriggio.

Attraverso la sigla dell’accordo l’Istituto, che è parte della “Rete nazionale degli Istituti per la storia della Resistenza e della Società contemporanea", condivide con la città di Napoli la sua vasta Biblioteca che conta oltre 30mila volumi e un Archivio con oltre 200mila documenti che raccontano una parte della storia contemporanea della città, nonché l’Archivio didattico multimediale.

La Biblioteca sarà adesso aperta alla consultazione dei cittadini e degli studiosi in più l’Istituto si impegna, in caso di scioglimento, a donare il suo intero patrimonio documentale e librario all’Amministrazione Comunale. Attraverso l’integrazione della Biblioteca e dell’archivio nella rete delle strutture culturali cittadine, il Comune entrerà a far parte dell’Istituto come socio istizionale ed il Sindaco o un suo delegato potranno sedere nel Consiglio Direttivo.

L’accordo prevede anche la conferma della disponibilità della sede – che fa parte del patrimonio comunale – in cui sono l’Istituto e i relativi archivi. Attraverso la sigla di questo atto l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli aumenta notevolmente l’offerta culturale, fornendo un nuovo punto di studio e di ricerca per coloro che intendano approfondire parte della storia contemporanea cittadina.