Log in
13-Dec-2018 Aggiornato alle 17:28 +0100

Napoli, picchiava ed estorceva denaro agli anziani genitori

Napoli, picchiava ed estorceva denaro agli anziani genitori Foto: Archvio Napoli, picchiava ed estorceva denaro agli anziani genitori

Alla vista dei poliziotti che erano li per eseguire l'arresto l'uomo prima li ha minacciati con un paio di forbici poi ha tentato di lanciarsi dal balcone.

Eseguita nella mattinata del giorno 11 agosto scorso dagli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Scampia una ordinanza di custodia cautelare in carcere, nei confronti di un 41enne napoletato. Ad emettere il provvedimento l'ufficio del GIP presso il Tribunale di Napoli per maltrattamenti, lesioni aggravate ed estorsione in danno dei genitori anziani e malati dell'uomo.

Non è stato certamente semplice eseguire l'atto a causa della personalità fortemente disturbata del 41enne, tanto che la vicenda ha assunto una connotazione rocambolesca. L'uomo, infatti appena appreso dell'imminente arresto ha iniziato ad urlare e agitarsi fortemente; in quella situazione di escandescenza, inoltre, non ha esitata nemmeno un secondo ad armarsi di un paio di forbici che erano sul tavolo della cucina e brandirle contro i poliziotti.

Solo l’esperienza e l’intesa del personale del Commissariato di Scampia ha concesso ai poliziotti di avere la meglio sul soggetto. Due degli agenti, infatti, hanno iniziato una conversazione con l’uomo al fine di ditrarlo dalle azioni del terzo agente che, in maniera fulminea, è riuscito a disarmarlo.

Leggi ancheNAPOLI, PROVOCA UNA EMORRAGIA ADDOMINALE ALLA SUA EX: ARRESTATO 52ENNE

Il 41enne a questo punto per evitare il suo arresto, rendendosi conto che presto vi sarebbe stato l'epilogo della vicenda, è corso verso il balcone scavalcando la ringhiera e minacciando di lanciarsi di sotto se gli agenti non avessero lasciato la sua casa.

Intanto l’allarme era stato diramato alla Sala Operativa che aveva disposto l’avvicinamento di un'altra volante, e del personale dei Vigili del Fuoco e del 118.

Ancora una volta gli agenti sono riusciti a risolvere la criticità intraprendendo l'uomo un dialogo per cercare di riportarlo alla calma e a farlo desistere dal gesto estremo. Le trattative sono durate circa un ora solo per farlo sedere sulla righiera del balcone ma, a quel punto, approfittando di un breve momento di distrazione i poliziotti sono riusciti ad afferrarlo e metterlo in sicurezza

Solo in questo frangente il personale del 118 è intervenuto sedando lievemente il 41enne che è stato prima condotto presso l'ospedale San Giovanni Bosco e successivamente all'ospedale San Gennaro dei Poveri. L'uomo dopo il parere favorevole del personale sanitario è stato tradotto presso il carcere di Poggioreale.

Il 41enne oltre alle accuse per le quali è stata necessaria l'ordinanza cautelare, dovrà rispondere anche di resistenza, violenza e minacce a Pubblico Ufficiale. A diffondere la notizia dell'operazione la Questura di Napoli

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.