Log in
17-Nov-2018 Aggiornato alle 12:50 +0100

Napoli, la Giunta approva la delibera per transazione con "Innovaway"

Napoli, la Giunta approva la delibera per transazione con "Innovaway" Palazzo San Giacomo - Foto: repertorio
Fucito: garantite le entrate al Comune e i posti di lavoro

Non è certo stato semplice dopo circa tre anni di trattative si giunto ad un punto di accordo tra il Comune di Napoli e la “Innovaway” azienda che aveva visto affidarsi un vasto spazio – circa 4000 mq – all’interno del centro polifunzionale di Soccavo, senza corrispondere i canoni di locazione dal 2007.

Il 20 aprile scorso la Giunta di Napoli ha approvato, su proposta dell'assessore al Patrimonio Sandro Fucito, una delibera che risolve, attraverso una importante transazione con la ditta “Innovaway”, l'annosa irregolarità nel rapporto locativo di quest'ultima nei confronti del Comune. Questo ha portato nelle casse del comune una ingente somma che ha dato ulteriore per le casse comunali, salvaguardando contemporaneamente il lavoro dei dipendenti dell'azienda.

L’Assessore al Patrimonio Alessandro Fucito ha lasciato il suo commento ad una nota stampa: «È una situazione che ha avuto origine nel 2007, anno dell'affidamento di circa quattromila metri quadri all'interno del centro polifunzionale di Soccavo ad un'azienda, la “Innovaway”, che ha usufruito degli spazi senza corrispondere nulla all'Amministrazione Comunale. Solo nel giugno del 2013, nel corso di un sopralluogo ispettivo eseguito dal sottoscritto – spiega il titolare della delega al patrimonio della città di Napoli – con i dirigenti dei servizi afferenti al Patrimonio Comunale, si è scoperta questa situazione alla quale fin da subito, così come si è sempre fatto all'evidenziarsi di tutte le rilevanti vicende sulle quali si è potuta scorgere una precedente incuria, ci si è adoperati per addivenire ad una soluzione. Frutto del lavoro dell'Assessorato – continua Fucito – e degli uffici è una transazione che, oltre a tutelare la continuità dell'attività lavorativa per circa 200 dipendenti dell'azienda, ha fruttato a titolo transattivo 1.700.000 € per le precedenti annualità e garantisce, inoltre, il corretto e continuo pagamento del canone di locazione da oggi in poi».