Log in
13-Dec-2018 Aggiornato alle 17:28 +0100

GdF Napoli: sequestrati quasi 700 kg di T.L.E. proveniente dall'est Europa

  • Scritto da Nota Stampa Comando Prov. GdF di Napoli
  • Pubblicato in Focus
  • 0 commenti
GdF Napoli: sequestrati quasi 700 kg di T.L.E. proveniente dall'est Europa foto nota stampa

Lotta al contrabbando di T.L.E.. Sequestrati quasi 700 kg di sigarette provenienti dall’est Europa.

Nel quadro dell’intensificazione delle attività di prevenzione generale e di controllo economico del territorio, con particolare attenzione alla recrudescenza del contrabbando di t.l.e., il comando provinciale Napoli ha disposto una capillare intensificazione dei servizi di contrasto attuati sull’intero territorio provinciale.

In particolare, le fiamme gialle del i gruppo di Napoli, durante un’ordinaria attività di controllo del territorio, notavano un furgone che transitava a velocità sostenuta. Incuriositi dall’andatura del mezzo gli operanti decidevano di fermarlo per i controlli di rito.

Immediatamente i militari si rendevano conto che il veicolo presentava delle anomalie: appariva più piccolo rispetto a quanto previsto dal libretto di circolazione e fuoriusciva dall’abitacolo un intenso odore di silicone anche se il furgone, proveniente dalla slovenia come si evinceva dalla documentazione rinvenuta a bordo, risultava completamente vuoto.

Leggi anche: GDF NAPOLI: SEQUESTRO PREVENTIVO DI BENI PER CIRCA 900.000 EURO

L’accurata ispezione del veicolo consentiva ai finanzieri però di scoprire lo stratagemma realizzato per occultare quasi 700 kg di sigarette di contrabbando. Le pareti del furgone erano state rimpicciolite utilizzando finti pannelli di compensato incollati tra loro con del silicone.

L’intercapedine artificiale creata era stata riempita di sigarette di contrabbando. Con tale espediente il mezzo anche se controllato sarebbe risultato vuoto. Al termine dell’intervento, il conducente del veicolo, un napoletano, veniva tratto in arresto, mentre le sigarette di contrabbando poste sotto sequestro.

L’attività eseguita testimonia il costante presidio esercitato dal corpo sul territorio a salvaguardia delle leggi ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale.