Log in
18-Nov-2018 Aggiornato alle 21:36 +0100

Napoli, Martedì si celebrerà la prima unione civile

Grande attesa per la prima unione civile che si celebrerà a Napoli, martedì 20 settembre alle ore 17, presso la Sala Giunta di Palazzo San Giacomo.

Infatti il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, celebrerà l’unione civile tra Antonello Sannino, Presidente di Arcigay Napoli e Delegato nazionle di Arcigay per lo Sport, e Danilo Di Leo, ballerino del Teatro san Carlo.

Un’unione importante per diversi motivi. In primis per la data scelta dalla coppia: infatti il 20 settembre ricorre l’anniversario della presa di Roma e della fine dello Stato Pontificio, ed è quindi una data simbolica perché conserva la memoria della fondazione della nazione Italiana e il trionfo del principio laico che garantisce la libera espressione di qualsiasi pensiero e opinione.  

Inoltre, Antonello Sannino è il primo dirigente Arcigay d’Italia a unirsi civilmente col proprio compagno, grazie all’introduzione della Legge Cirinnà nel nostro ordinamento.

Infine, vale la pena ricordare che testimoni dell’unione saranno Antonio Amoretti e la moglie. Antonio Amoretti, che è stato partigiano durante le quattro giornate di Napoli ed ha partecipato all’eroica liberazione di Napoli dall’occupazione nazifascista, è oggi il Presidente del Comitato Provinciale dell’A.N.P.I., di cui lo stesso Sannino è membro.

Insomma, con l’unione Sannino-di Leo si inizierà a scrivere un’altra importantissima pagina del nostro orgoglio di militanti, di napoletani e di cittadini laici e amanti della libertà