Log in
12-Nov-2018 Aggiornato alle 19:13 +0100

Napoli, la Fed. CARC Campania, Galleri@rt e Edizioni Rapporti Sociali presentano "Radici del Futuro"

  • Scritto da Nota stampa Federazione CARC Campania
  • Pubblicato in Cultura
  • 0 commenti

Sabato 21 gennaio 2016 ore 19.00 presso GAlleЯi@rt - spazi 28-31 in Galleria Principe di Napoli ingresso Via Pessina - Napoli

Nell’anniversario della fondazione del Partito Comunista d’Italia (21 gennaio 1921), riprendiamo il bilancio storico del movimento comunista del nostro paese per costruire un futuro possibile oggi.

Come divenne “grande e forte” il vecchio PCI? Perché, però, il “grande e forte” vecchio PCI fallì l’impresa della costruzione della rivoluzione socialista nel nostro paese? Quali sono stati e sono tutt’oggi gli errori ideologici e i limiti di assimilazione della concezione comunista del mondo che rendono spaesati tanti compagni al punto da finire per contrapporsi alle masse popolari anziché orientale ed essere la loro guida nella situazione concreta?

Ieri come oggi il movimento comunista costruisce la sua forza unendosi strettamente e senza riserve alla resistenza sociale delle masse popolari e agendo come sua guida per ribaltare il potere politico della classe dominante e sostituirlo con un nuovo ordinamento sociale, il socialismo. Questo il ruolo storico dei comunisti. Per adempiere a questo ruolo storico occorre che i comunisti si uniscano, però, su una giusta comprensione delle condizioni, delle forme e dei risultati della lotta di classe e che su questa base spingano in avanti, promuovano, organizzino e dirigano la lotta degli operai e delle altre classi delle masse popolari alla conquista di un futuro possibile, necessario.

Un futuro possibile. Un’occasione per discutere del bilancio della prima ondata del movimento comunista, nell’ottica di carpirne gli insegnamenti utili al “che fare” odierno. Un’occasione per comprendere come potrebbe diventare il nostro paese dopo un futuro “25 aprile”, analizzando le principali relazioni economiche tra i membri di una immaginaria società socialista che la classe operaia instaurerà nel nostro paese, a partire grossomodo dalle condizioni economiche attuali. Una "simulata" di un’alternativa politica, immaginaria ma realistica, al marasma dalle fosche prospettive che presenta ai nostri giorni la società borghese in crisi irreversibile.

IL PROGRAMMA

dalle ore 17.00

RA[DICI]

(di Ornella Cotena e Pina Paone) Mostra di dialogo tra i linguaggi artistici: poesie, istallazioni, pittura, performance

Alle ore 19.00

UN FUTURO POSSIBILE  L’Italia come potrebbe diventare dopo il futuro “25 aprile” (di Marco Martinengo e Elvira Mensi)

Sabato 21 gennaio 2016 ore 19.00

presso GAlleЯi@rt - spazi 28-31 in Galleria Principe di Napoli ingresso Via Pessina - Napoli