Log in
15-Nov-2018 Aggiornato alle 18:25 +0100

Lettura interpretazione e creazione: Masaniello visto dai ragazzi di oggi

Venerdì 3 marzo 2017, teatro del complesso monumentale Regina Coeli

Che cosa può nascere dalla lettura di un libro? Cosa può partorire la fantasia degli studenti sapientemente guidata dagli insegnanti?
L’ombra di Masaniello vaga per piazza mercato, libro scritto con tutto l’amore che, una professoressa di lettere come Carmela Politi Cenere, può avere per la storia di Napoli, è stato al centro della giornata di venerdì scorso, tra le mura del complesso monumentale Regina Coeli, nel centro storico di Napoli.
I protagonisti di questo evento sono stati i ragazzi di tante scuole di Napoli e provincia (Istituto Nazareth, Cuoco, Nitti, Moscati, Flacco, Siani, Mazzini) che hanno aderito, ad inizio anno, al progetto della Graus editore “Viaggio Lib(e)ro”. Gli studenti, basandosi dunque sul testo proposto dall’editore, L’ombra di Masaniello vaga per piazza mercato, hanno interpretato in vario modo, alla presenza dell’autrice, il senso dell’opera letta, mostrando originali filmati, leggendo intensi monologhi in dialetto, recitando testi teatrali rimandanti sì alla storia di quella parte del 600’ rivoluzionario, ma con uno sguardo sempre rivolto alla realtà complessa ed intricata dei nostri tempi.
Sapientemente realizzato è stato il book trailer presentato dai ragazzi della seconda media dell’Istituto Nazareth guidati dalla prof.ssa Marina Di Napoli: musica del 600’ in sottofondo, brevi scene e dialoghi tratti dal testo della Politi Cenere, lo spirito rivoluzionario di un Masaniello di dodici anni, quel pizzico di romanticismo che serve ad edulcorare una storia dal triste epilogo, una Napoli di allora che si fonde con quella di oggi ed un denominatore comune tra le due realtà, la voglia di riscatto e di libertà, ideali sempre attuali oggi come allora.
Ad orchestrare questa piacevole e prolifica giornata, la “partigiana degli studenti” per eccellenza, la prof.ssa Angela Procaccini, responsabile del progetto “Viaggio Lib(e)ro” ed Alessia Cherillo, editor e responsabile del settore della formazione della Graus editore.