Log in
11-Dec-2019 Aggiornato alle 19:27 +0100

Agnese Panico con il “Filo Della Vita” batte ogni record, pienone al Maschio Angioino di Napoli

  • Scritto da Nota stampa, Giuseppe Nappa
  • Pubblicato in Cultura
  • 0 commenti
Agnese Panico con il “Filo Della Vita” batte ogni record, pienone al Maschio Angioino di Napoli Foto Comunicaro - Agnese Panico

Possiamo dire ha vinto l’anima bella e sociale della Città di Napoli.

La presentazione del progetto “Il Filo della Vita” di Agnese Panico, si è tenuta il giorno 11 dicembre 2015 presso l’anti sala dei Baroni del castello Maschio Angioino a Napoli. In segno di solidarietà e approvazione le hostess presenti in sala hanno posto un fiocchetto rosso su ogni persona che ha partecipato all'evento. L’antica sala baronale è stata arricchita da alcune opere a tema dell’artista Giuseppe Tuzzi, mentre all’entrata vi era una mostra di vignette di Ciro Scialò. L’evento è stato condotto dal giornalista Giuseppe Nappa. Il progetto è stato creato e realizzato da Agnese, che ha soli 21 anni, tocca tre tematiche attuali e di grandissima importanza quali : la violenza sulle donne, sui minori e contro la terra dei fuochi. "Napoli non è terra dei fuochi ma del sole” ha affermato la Panico durante la presentazione del progetto. La particolarità del progetto è data dalla creazione di tre collane, volte a simboleggiare i temi trattati. Durante la presentazione la testimonial ha spiegato in modo dettagliato il suo progetto, come e quando è nato il suo estro nel dare vita a questi bellissimi gioielli, molto forti, proprio per sottolineare la scelta di queste tematiche. Tematiche molto importanti che sono affrontate da una ragazza bella di soli 21 anni, tanto affascinante quanto umile. Durante la presentazione è stato proiettato il video, diretto dal regista Luciano Filangieri. Le musiche sono del cantante napoletano Mirko Stella tratte dal suo ultimo album “La classe non è acqua”. Mini Corto/ Video interpretato dalla stessa Panico con la partecipazione di attori già conosciuti nel mondo dello spettacolo che sono: Michele Cantalupo, Pino Baldares, Walter Lippa, Giordana Borgia, Pasquale Scarpati, Antonio Pesce, Federico D’Agostino, Giuliano Del Gaudio, e Alfonso Panico e inoltre ringraziamo i bambini che hanno effettuato le scene della pedofilia e della terra dei fuochi. “Il Filo della vita" nasce principalmente per uno scopo benefico: aiutare la società. Infatti, Agnese ha messo a disposizione dei legali che si dovranno occupare di chi subisce violenza. Parte del ricavato delle collane sarà devoluto in beneficenza per l’acquisto di macchinari in ospedale che possono aiutare persone che vivono la malattia dell’ultimo secolo: il tumore. Hanno presenziato all’evento i poeti Dora della Corte, Gianluigi Martone, che hanno voluto dedicare una loro poesia in merito al progetto, Antonio Filipelli attore. Una delle poesia più emozionanti è stata scritta per Agnese e per il suo progetto dall’ambasciatrice della poesia italiana nel mondo Tina Piccolo, che a suo malincuore non è potuta essere all'evento. La poesia è stata letta da Dora della Corte. Presenti i ragazzi della Scuola Alberghiera San Salvatore di Orta Di Atella e tutti coloro che hanno recitato una piccola parte nel video. Una presenza davvero gradita è stata del cavaliere Domenico Cannone dell’Accademia Federico II di Napoli. Ha presenziato inoltre anche la Dottoressa Martina Caldo responsabile cultura e comunicazione dello staff dell'assessore Nino Daniele. Una giornata dedicata pienamente al sociale, all'anima buona di chi mette il proprio volto per una giusta causa.