Log in
15-Dec-2019 Aggiornato alle 13:22 +0100

Officina abusiva ed inquinante sequestrata dai Carabinieri del NIPAAF

  • Scritto da Nota stampa, Comando Prov. Carabinieri Napoli
  • Pubblicato in Ambiente
  • 0 commenti
Officina abusiva e dinquinante sequestrata dai Carabinieri del NIPAAF Foto: Archivio Officina abusiva e dinquinante sequestrata dai Carabinieri del NIPAAF

All'interno i Carabinieri hanno riscontrato la mancanza di autorizzazione e hanno giudicato pericoloso persino lavorarvi. Il gestore sanzionato per 12mila euro

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimenatre e Forestale hanno ispezionato un’officina meccanica gestita da una società di riparazione e manutenzione di macchine industriali con sede a Napoli il cui rappresentante è un 50enne di Casalnuovo.

L’attività, hanno accertato i militari, era priva delle autorizzazioni in materia di gestione di rifiuti, emissioni in atmosfera, scarichi dei reflui e sicurezza sui luoghi di lavoro.

In particolare non c’erano le autorizzazioni per i locali inoltre questi non erano salubri per lavorarci né sicuri sotto il punto di vista della normativa anti-incendio.

I rifiuti non venivano annotati sul registro di carico e scarico né c’era traccia dei formulari per lo smaltimento. Assenti anche le autorizzazioni per le emissioni in atmosfera dei cannelli da taglio e della saldatrice.

I Carabinieri hanno sequestrato la parte del locale in cui si esercitava l’attività, un’idropulitrice, una cappa aspiratice, 2 bombole di ossiacetilene, un compressore, un tornio, un trapano, una pressa, una vasca interrata colma di liquidi risultanti dai lavaggi e numerosi fusti di rifiuti liquidi pericolosi. Il sequestro ammonta a circa 200mila euro.

Il gestore è stato denunciato per deposito di rifiuti speciali nel luogo di produzione, emissione in atmosfera senza autorizzazione, omessa tenuta del registro di carico e scarico per rifiuti pericolosi e sanzionato per oltre 12mila euro.