Log in
17-Nov-2018 Aggiornato alle 12:50 +0100

Napoli, verde pubblico Sodano: fatti importanti passi avanti

Gestione e affido del verde pubblico, ulteriori passi in avanti con i Punti Verdi Qualità e la riqualificazione del Parco di Scampia

Parte il primo avviso pubblico rivolto a soggetti pubblici e privati per la realizzazione dei “Punti Verdi Qualità”. Si da seguito così alla delibera consiliare, proposta dal Consigliere Carmine Attanasio, sui punti verdi qualità che, al fine di assicurare una manutenzione efficace delle aree verdi di proprietà comunale e con l'obiettivo di migliorarne la qualità con punti di aggregazione sociale o culturale, contempla il contributo di soggetti pubblici e privati per la realizzazione e gestione delle aree verdi, senza costi di manutenzione per il Comune di Napoli e con la contestuale creazione di posti di lavoro. In particolare i soggetti pubblici e privati saranno invitati a realizzare nei parchi cittadini attività ludico ricreative quali aree per il gioco, punti ristoro, stazioni ecologiche, servizi socio-culturali, aree riservate agli animali, percorsi pedonali e ciclabili, punti vendita, spazi di intrattenimento, impianti sportivi all'aperto. Saranno valutate le idee progetto più convenienti dal punto di vista ambientale ed economico.

Questo atto rappresenta un effettivo passo in avanti nella gestione e manutenzione delle aree verdi in quanto le attività economiche e commerciali che sorgeranno nei parchi potranno funzionare anche da controllo sociale e da deterrente per gli indisciplinati.

Quest'iniziativa completa il lavoro fin qui svolto nell'ambito delle adozioni senza fini di lucro delle aree a verde del Comune di Napoli. Sono infatti circa 200 le aiuole e le aree verdi attualmente date in affido a privati, cittadini ed associazioni.

Sempre sulla base del regolamento per l'affido delle aree verdi, è stata recentemente approvata la delibera di giunta per l'affidamento senza scopi di lucro della parte nord del parco di Scampia alla cooperativa sociale “l'Uomo e il Legno” per la realizzazione di interventi di manutenzione volti alla riqualificazione dell'area del parco. Si è proceduto, dunque, con questo nuovo atto, ad affidare una parte del parco, attualmente chiusa al pubblico, al fine di ripristinarne la fruibilità. L'area è stata già consegnata alla Cooperativa, che assolverà a tutti gli oneri economici, per l'inizio dei lavori.