Log in
18-Nov-2018 Aggiornato alle 21:36 +0100

Napoli, Sodano: chiediamo la convocazione formale di un tavolo, presso il ministero, per definire un nuovo apq relativo agli impianti intermedi da realizzare in Campania

"Questa amministrazione, fin dal suo insediamento, ha indicato nella crescita della raccolta differenziata e negli impianti intermedi di compostaggio la strada maestra da seguire, in particolar modo per evitare quella dell'incenerimento e delle discariche che troppi danni ha prodotto all'ambiente ed alla salute dei cittadini, senza risolvere il problema del ciclo dei rifiuti. Per questo, anche alla luce delle recenti dichiarazioni del presidente della Regione Campania Caldoro e del ministro dell'Ambiente Galletti, chiediamo la convocazione formale di un tavolo, presso il ministero, per definire un nuovo apq relativo agli impianti intermedi da realizzare in Campania, con la conseguente assegnazione dell'area di Napoli Est al Comune da parte della Regione, come da mesi abbiamo richiesto. Allo stesso tempo sarebbe indispensabile che si procedesse al finanziamento della raccolta differenziata perchè Napoli possa superare l'attuale soglia del 26%. La percentuale di differenziata, grazie anche al risanamento finanziario dell'Asia attuato da questa amministrazione, può crescere, adesso, solo se vengono garantite le risorse economiche necessarie. In questi anni, abbiamo dovuto mettere in salvo l'azienda di igiene urbana, garantendo il controllo pubblico del ciclo dei rifiuti e chiudendo così la stagione degli appalti esterni, che hanno alimentato l'emergenza senza garantire trasparenza. Abbiamo, poi, dovuto cancellare lo scempio delle montagne di rifiuti in strada di cui nessuno sembra avere memoria. Uno sforzo che, ogni giorno, si è scontrato con l'assenza di risorse del Comune. Ricordo infine che per la mancanza di impianti intermedi per il recupero dell'umido, mai realizzati in Campania in tutti questi anni, si è dovuto procedere al trasferimento fuori Regione, investendo risorse e bloccando così la crescita percentuale della raccolta differenziata a Napoli. Adesso però siamo pronti e ci sono tutte le condizioni per un cambio di passo, a patto che siano garantiti gli investimenti necessari”. Lo afferma in una nota il sindaco di Napoli facente funzioni Tommaso Sodano.