Log in
17-Nov-2018 Aggiornato alle 12:50 +0100

Napoli: adottate le azioni per il contenimento dell'inquinamento atmosferico

 La giunta del Comune di Napoli ha approvato una delibera dedicata alle "azioni per il contenimento dell'inquinamento atmosferico: limitazione programmata del traffico estesa all'intero territorio cittadino; indirizzi per il controllo delle emissioni in area portuale; indirizzi per il coinvolgimento di Provincia e Regione". Si tratta di un atto contenente una serie di misure di carattere strutturale per rispondere al tema dell'inquinamento atmosferico:
 A) Istituire il divieto di accesso e circolazione dei veicoli privati destinati al trasporto di persone e merci sull'intero territorio cittadino per le giornate di lunedì, mercoledì e venerdì nella fascia oraria 7,30 – 11,30 e per le giornate di giovedì nella fascia oraria 15,00 – 18,30, fino al 31 dicembre 2014 ad eccezione della rete rete autostradale cittadina nei tratti  ricadenti nel territorio del Comune di Napoli: Tangenziale di Napoli; Raccordo A1 Napoli-Roma e A3 Napoli-Salerno; Strada Regionale ex SS n. 162 - Raccordo Viale Fulco di Calabria, e ad eccezione delle seguenti giornate: venerdì 18 aprile, lunedì 21 aprile, venerdì 25 aprile, giovedì 1° maggio, lunedì 2 giugno, venerdì 15 agosto, venerdì 19 settembre, lunedì' 8 dicembre, mercoledì 24 dicembre, giovedì 25 dicembre, venerdì 26 dicembre, mercoledì 31 dicembre.
 B) Istituire una domenica ecologica al mese nel corso della quale è vigente il divieto di circolazione su tutto il territorio cittadino nella fascia oraria 9,30 – 13,00 nelle seguenti domeniche 11 maggio, 1° giugno, 6 luglio, 3 agosto; riservarsi l'individuazione della data per i mesi di settembre, ottobre, novembre e dicembre.
 C) Assumere nei confronti della Regione Campania iniziative per il monitoraggio e l'attuazione del piano della qualità dell'aria della Regione approvato con delibera del Consiglio regionale  con particolare riferimento al coordinamento delle iniziative con i comuni della provincia di Napoli più prossimi al comune di Napoli.
 D) Assumere nei confronti dell'Autorità portuale di Napoli – nelle more della realizzazione del programma portuale per la così detta banchina elettrificata -, iniziative per il monitoraggio della qualità dell'aria in area portuale e per l'individuazione di misure volte alla riduzione delle emissioni inquinanti e per la informazione degli esiti al sindaco in qualità di autorità sanitaria.
 E) Assumere nei confronti della Capitaneria di Porto iniziative per il monitoraggio dell'effettivo rispetto delle norme di legge sui carburanti da utilizzare da parte degli operatori in area portuale  e per la informazione degli esiti al sindaco in qualità di autorità sanitaria.
 F) Disporre che nell'ambito degli stanziamenti assegnati e dei quadri economici delle opere già approvati, vengano utilizzati quali mitigatori dell'inquinamento prodotto dal traffico asfalti speciali fotocatalitici.
 G) Disporre che nella scelta delle essenze arboree da piantare sia privilegiato l'utilizzo di alberature con maggiori caratteristiche antismog, rinviando al competente servizio dell'amministrazione la predisposizione dell'elenco delle essenze da utilizzare.
 Come si evince nel provvedimento adottato queste misure si inseriscono nella strategia politico-ambientale più generale che il Comune di Napoli sta comunque attuando e che deve vedere il rafforzamento del trasporto pubblico sul scala metropolitana, anche col miglioramento del parco circolante di mezzi pubblici; un potenziamento della mobilità sostenibile in tutte le sue modalità; l'investimento nella realizzazione di edilizia a forte risparmio energetico. Lo rende noto l'ufficio stampa del Comune di Napoli.