Log in
12-Nov-2019 Aggiornato alle 11:39 +0100

Disney+, il Netflix di Topolino

Disney+, il Netflix di Topolino Foto Redazione

Chissà se nei sogni di Walt Disney c'era tutto ciò.

Aver costruito la casa cinematografica più importante e ricca al mondo, non solo per gli incassi, ma per i contenuti. Il disegno di un semplice Topo ha costruito un impero.

Tra meno di quattro giorni negli Stati Uniti d'America debutterà la piattaforma on-demand Disney+(letto disney plus), che andrà a collocarsi e a sfidare i colossi dello streaming Amazon, Apple+, ma soprattutto Netflix.

Quest'ultimi sono stati i precursori di questa fetta di mercato che ha ingolosito Bob Iger&company, tanto da investire miliardi di dollari per ampliare la propria filmoteca ed acquistare vari franchising.

La sua ultima acquisizione è stata la Fox per una cifra vicina ai 60 miliardi di dollari. Il Topo ha preso la Volpe dalle mani di Murdoch e l'ha riempito di soldi. Prima di essi, la Disney ha investito sulla Pixar, la Saga di Star Wars e su i fumetti Marvel, spendendo un totale di 16 miliardi di dollari. Tutti questi prodotti ludici saranno disponibili sulla nuova scommessa Disney, insieme ai documentari di National Geografic, cercando di riuscire a prendersi una grossa fetta di questa nuova evoluzione dell'intrattenimento dell'home video.

Mentre negli USA e in altri paesi anglosassoni arriverà tra pochi giorni, in Italia debutterà solo il prossimo 31 Marzo e li scopriremo se gli italiani decideranno di tenersi stretti il loro vecchio abbonamento streaming, abbandonarlo per il nuovo oppure raddoppiare lo spettacolo.

Emanuele Amoruso

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.