Log in
24-Sep-2018 Aggiornato alle 18:01 +0200

Germania 2006, il 9 luglio l'Italia in testa al mondo

Nel 2006 in Germania l'apoteosi del calcio italiano

Come non ricordarlo? Sono passati "appena" 12 anni ma sembra ieri quando il nostro Cannavaro dopo un mondiale scintillante alzava la coppa mostrandola per bene al mondo intero.Come non ricordarlo? Sono passati "appena" 12 anni ma sembra ieri quando il nostro Cannavaro dopo un mondiale scintillante alzava la coppa mostrandola per bene al mondo intero. Scommetto che ogni di voi si ricorda perfettamente con chi era e dove si trovava.

Leggi anche: FLORIDA, MORTO IL RAPPER XXX TENTACION

Momenti interminabili e conditi anche da visioni cupe (con i rigori si sa non abbiamo mai avuto un gran bel rapporto) ma quella volta proprio contro i francesci abbiamo deciso che di lì nessuno sarebbe passato e che la vittoria era nostra.Una nazionale fatta di grande calciatori, alcuni fuoriclasse come Buffon, Del Piero, Totti, Nesta e lo stesso Cannavaro condita dalla sapienza di un allenatore, Marcello Lippi, che seppe mescolare intuizioni a partite iniziate e schemi di gioco assodati, dando il via di fatto a un nuovo modo di intendere il calcio di nazionale. E, ci metto anche questo, io che ero intento a ripetere la mia tesi di laurea che da lì a meno di 10 giorni avrei discusso. Bei momenti di vita!

Carmine Sgariglia

CV in due parole
Ingegnere Elettronico
Giornalista Pubblicista

Carica ricoperta in puntomagazine.it
Direttore Responsabile

Contatti
c.sgariglia@gmail.com
www.facebook.com/carsgariglia
www.twitter.com/carsgariglia

Sito web: www.puntomagazine.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.