Log in
24-Nov-2017 Aggiornato alle 15:59 +0100

C'era una volta in America... qui (a Qualiano) ci stanno ancora

La Casa comunale - Foto: puntomagazine La Casa comunale

Una riflessione ironica sull'eterna questione politica qualianese: un viaggio satirico tra i problemi irrisolti.

C'era una volta in un paese i governanti chiamati "giotto", bravi, ma troppo bravi per saper fare strisce blu e bianche, pittare piazze e piazzette. C'era una volta un paese che aumentva la TARSU nonostante sto paese appartenesse alla terra dei veleni, altro che fuochi tric trac. C'era una volta e c'è ancora un governo che sa solo litigare su poltrone, poltroncine, sedie, sedioline, gruppi, misti e frutta mista... "i che insalat".

Mentre il popolo si puzzava di fame; un governo che non da una risposta lavorativa a nessuno, un popolo costretto a far la fila fuori da Sogert per pagare tasse e tassarelle, dopo una campagna elettorale improntata proprio contro quella società che ha visto, dopo le elezioni, il prolungato per ben due volte il contratto. L'olio lubrifica... a buon intenditori.

C'era una volta e c'e ancora chi litiga su deleghe, assessorati, commissioni, ecc.... ma al popolo chi ci pensa? Aiutati che Dio ti aiuta, vecchio detto mai passato di moda. C'era una volta e ci sta ancora... ma quando diremo non ci sta più?

Continuiamo a mettere quella X, o meglio quella croce sul loro simbolo, quella croce sulle nostre famiglie, sui nostri figli, sulle nostre vite. Vestiamo un'altra volta di immondizia con sopra un cartello "rifiuti non conformi"... allora mi chiedo: sono solo i rifiuti ad essere non conformi?

C'era una volta in America. A Qualiano ci stanno ancora.

Antonio Vastarella

Giornalista Pubblicista
Maestro di Arti Marziali
Team manager Bushido

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.