Log in
18-Nov-2017 Aggiornato alle 19:54 +0100

Roma, nasce il Movimento Nazionale per la Sovranità nuovo soggetto politico di Destra

  • Scritto da Salvatore De Maio
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Roma, nasce il Movimento Nazionale per la Sovranità nuovo soggetto politico di Destra Un momento della Tre Giorni - Foto: Salvatore De Maio

Tra tanta emozione e ospiti di tutto il panorama politico Nazionale di Centro Destra, è nato a Roma il Movimento Nazionale per la Sovranità, la prima vera area di destra sociale, sovranista e progressista, inclusiva.

Con l'elezione all'unanimità di Gianni Alemanno segretario e Francesco Storace presidente, e Roberto Menia vice segretario, i 1500 delegati al congresso fondativo al Marriott Park Hotel perfezionano la nascita nel panorama politico della formazione "sovranista", che si richiama alla destra nazionale, fin nel simbolo che stilizza la Fiamma del vecchio Msi.

Una Commissione di 27 giovani è stata istituita con il compito di definire il logo, lo Statuto e il Progetto politico del Movimento giovanile, da sottoporre entro il 25 marzo all’Assemblea Nazionale.
L’assemblea ha ospitato la presenza di Renato Brunetta che ha dichiarato, “abbiamo il dovere di stare uniti e di dare speranza agli italiani” poi è stata la volta di Raffaele Fitto, leader di Direzione Italia, che ha sottolineato l’importanza di aprire un confronto vero nel centrodestra con regole chiare.

Ma hanno omaggiato l’assemblea anche Raffaele Volpi della Lega, inoltre è intervenuto anche il vicesegretario del Carroccio, Giancarlo Giorgetti che ha dichiarato dal palco, rivolgo a tutti un caloroso saluto da parte di Matteo Salvini, poi ha continuato dicendo “Nessun veto da parte nostra, ma serve chiarezza. Bisogna ripartire dal popolo, con lealtà”.

Il presidente dei Popolari per l’Italia Mario Mauro, intervenendo anche lui all’assemblea, ha sottolineato che “l’unità è l’unico orizzonte di senso per chi vuole vincere le elezioni”.
Da Forza Italia a IDeA. Da Maurizio Gasparri a Gaetano Quagliariello, già ministro per le Riforme costituzionali. E' aperto davvero a tutti il dibattito al congresso di Fondazione del Movimento nazionale per la Sovranità.

Proprio in questo periodo dove il Partito Democratico si spacca e mostra la sua disorganizzazione, l’area di destra si ricompatta e si riorganizza in ambito nazionale su temi storici e forti, al fine di perseguire l’importanza della sovranità Nazionale.

Il Movimento politico, infatti, ha dichiarato nel suo statuto di perseguire il fine di garantire la sovranità nazionale e popolare dell’Italia, nel rispetto dell’identità, delle tradizioni, della dignità spirituale e delle aspirazioni economiche e sociali del popolo italiano. Si riconosce, inoltre, nei principi di libertà, democrazia, legalità, giustizia, solidarietà sociale, coesione territoriale e unità della Repubblica, ripudiando qualsiasi forma di violenza e, discriminazione basata sulle differenze di sesso, di razza, di religione e di condizione sociale ed economica.

Il Movimento promuove i valori della famiglia fondata sul matrimonio, i diritti e i doveri di cittadinanza italiana, il senso di appartenenza comunitaria, la sussidiarietà e la partecipazione sociale e popolare;
crede, inoltre nel valore del lavoro, dell’impresa e della partecipazione dei lavoratori alla gestione ed agli utili, della cultura e dell’arte, come strumenti di elevazione spirituale, economica e sociale di ogni cittadino. Promuove, altresì, la pacifica convivenza tra le diverse identità e la costruzione dell’Europa di Popoli liberi e Nazioni sovrane".

La cosa più importante che è emersa dalle tre giornate della costituente del Movimento Nazionale per la Sovranità è l'unione di pezzi di centro destra, da tempo separati da antiche divisioni e tutti assieme, anche se con i personali percorsi politici, si sono uniti in un grande appello di unione e chiarezza per tutto il centro destra, indispensabile per tornare a governare il paese e permettergli l’uscita dalla crisi socio economica nella quale rimane da diversi anni.

Il prossimo appuntamento del Movimento Nazionale si terrà a Roma, in Piazza S. Maria Maggiore al Campidoglio, il 25 marzo in occasione del 60° anniversario dei "Trattati di Roma". In questa occasione il si dirà no a questa Europa cosi come è, sottolineando l’urgenza di una immediata inversione di marcia.