Log in
20-Jun-2018 Aggiornato alle 14:37 +0200

Violenza di Genere, Programma Televisivo Le Iene: diamo doverose precisazioni

  • Scritto da Associazione TerraViva
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Violenza di Genere, Programma Televisivo Le Iene: diamo doverose precisazioni Foto: Pixabay

Alcune precisazioni in merito a qualnto riportato dal programma televisivo "Le Iene"

Sempre più spesso il programma "le Iene", affronta il problema della violenza di genere, infatti, la giornalista Giovanna Nina Palmieri proprio ieri 25 marzo 2018, ha condotto un servizio relativo proprio alla violenza di genere.

Al riguardo, intendiamo divulgare delle doverose precisazioni le quali sono mirate ad informare le donne che denunciano e spronarle a farlo chi ancora oggi è vittima ma non ha trovato il coraggio di farlo.

Il primo consiglio è di rivolgersi ad un centro antiviolenza titolato e conforme alle normative nazionali e regionali, il quale ha l’obbligo di fornire gratuitamente accoglienza telefonica; accoglienza personale; consulenza psicologica, anche attraverso la predisposizione di gruppi di sostegno; assistenza e consulenza legale; orientamento e accompagnamento al lavoro.

Inoltre proprio in merito al servizio televisivo che abbiamo citato in premessa, desideriamo chiarire che la legge esiste ed è abbastanza idonea anche potrebbe essere migliorata, il problema è quando non viene applicata.

Infatti, riguardo la violenza sulle donne, nel 2013, oltre che modifiche al codice penale, sono state apportate modifiche anche al codice di procedura penale, infatti è stato introdotto l'art. 282 bis c.p.p. che tutela la persona che denuncia le violenze, con la possibilità di una immediata applicazione di misura cautelare.

Purtroppo quando muore una donna è solo perchè da qualche parte a livello istituzionale qualcuno non ha fatto il suo dovere come doveva.

Quindi denunciate, rivolgetevi ai centri antiviolenza autorizzati e qualificati, ma soprattutto pretendete che la polizia giudiziaria che riceve la denuncia richieda al magistrato di turno l’applicazione della misura dell'allontanamento oppure del divieto di avvicinamento come previsto dall’art. 282 bis c.p.p.

 Ufficio stampa Centro antiviolenza Terra Viva

Leggi anche: QUALIANO "TERRA VIVA", LA VIOLENZA SULLE DONNE NON DIVENTI PROPAGANDA POLITICA