Log in
16-Dec-2017 Aggiornato alle 21:41 +0100

Cattedropoli, un nuovo boccone amaro da digerire

Come riportano i media nazionali, tra gli indagati oltre ai professori anche l'ex Ministro Fantozzi

Un nuovo scandalo, tra gli scranni universitari questa volta, ma che sa di dannatamente vecchio per lo “stile” in cui sembrerebbe sia stato condotto. Almeno da quello che trapela dalle prime, non poche, indiscrezioni

In primo piano la forza e il coraggio di chi non molla che si incarnano nella figura di un giovane “professore in pectore” che non ci sta. Il sistema gli impone di zittire la propria coscienza, di mortificare la sua bravura, pena l’espulsione dallo stesso, mentre sullo sfondo si caratterizza sempre maggiormente lo scenario del baronato universitario.

Il segreto di Pulcinella: scagli la prima pietra chi non ci ha pensato, tra le altre cose. Come avviene in questi casi,  in una Italia dilaniata dagli scandali ormai da un buon trentennio, il senno del poi si mischia alla voce del popolo che sa sempre tutto, a patto di non urlarlo quando servirebbe. Magari a tempo debito, senza concedere nulla ai pochi che vogliono imporre. Non manca nemmeno, tra i tanti indagati, la figura addirittura dell’ex Ministro Fantozzi, quasi a rafforzare la dimostrazione del “teorema della politica onnipresente”, specie negli scandali. Aspetteremo l’evolversi delle indagini, come è giusto che sia in un Paese democratico in cui nessuno è colpevole prima di giusto processo. Senza lasciar solo nessuno. Aspettando in modo sereno che si digerisca anche quest’ennesimo boccone amaro. 

Alla fine possiamo essere sereni. Sapremo, infatti, in caso di condanna finale, perché una nazione che tanto ha da dare all’intera umanità in termini di ricchezza umana, professionale e cultura, non riesce proprio a decollare.

Carmine Sgariglia

CV in due parole
Ingegnere Elettronico
Giornalista Pubblicista

Carica ricoperta in puntomagazine.it
Direttore Responsabile

Contatti
c.sgariglia@gmail.com
www.facebook.com/carsgariglia
www.twitter.com/carsgariglia

Sito web: www.puntomagazine.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.