Log in
22-Aug-2019 Aggiornato alle 11:44 +0200

Giugliano Varcaturo, identificato rapinatore grazie al DNA

Giugliano Varcaturo, identificato rapinatore grazie al DNA Foto: Archivio Giugliano Varcaturo, identificato rapinatore grazie al DNA

Nel Giugno del 2017 un 25enne di Varcaturo rapinò un passante portadogli via auto, denaro e telefonini.

I Carabinieri della Stazione di Varcaturo hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP di Napoli Nord concordando con risultanze investigative dell’Arma.

Ad essere arrestato un 25enne del luogo già noto alle forze dell’Ordine che dovrà rispondere di rapina aggravata in concorso.

Il giovane è ritenuto responsabile insieme a un complice ancora in via di identificazione di una rapina commessa la sera dell’8 Giugno 2017 ai danni di un passante; quest’ultimo era stato bloccato mentre transitava alla guida della sua utilitaria per via Vicinale Masseria Vecchia.

Il 25enne e il complice dietro la minaccia di due pistole lo avevano costretto a fermarsi e successivamente a raggiungere in auto una stradina sterrata nelle vicinanze ove, dopo averlo picchiato, gli hanno portato via la vettura, 70 euro in contanti e due telefonini.

Le indagini per l’identificazione del rapinatore sono partite alcuni giorni dopo quando una pattuglia di carabinieri, in servizio di perlustrazione per il controllo del territorio, aveva ritrovato abbandonata in Via Vicinale Recapito la vettura oggetto della rapina.

A bordo c’era ancora una maglietta bianca poi riconosciuta dalla vittima come quella indossata da uno dei rapinatori. Il capo di abbigliamento era quindi stato inviato al Racis di Roma per accertamenti biologici.

Sulla maglietta abbandonata i tecnici hanno rilevato tracce biologiche risultate compatibili con l'uomo.

Dopo le formalità di rito legate all'arresto il 25enne è stato tradotto nel carcere di Poggioreale.

Redazione

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.