Log in
18-Sep-2019 Aggiornato alle 11:11 +0200

Giugliano, le precisazioni dell'ATI Teknoservice-GEMA in merito al video di un cittadino di Lago Patria

Giugliano, le precisazioni dell'ATI Teknoservice-GEMA in merito al video di un cittadino di Lago Patria Foto: Redazione Giugliano, le precisazioni dell'ATI Teknoservice-GEMA in merito al video di un cittadino di Lago Patria

L’ATI Teknoservice-GEMA: in presenza di impurità, la plastica viene ulteriormente separata presso un impianto di selezione

In riferimento al video pubblicato da un cittadino di Lago Patria, nel quale venivano raccolti sia materiali indifferenziati che i sacchi contenenti plastica, l’ATI Teknoservice-Gema, che gestisce dal 2014 il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti nel Comune di Giugliano, ha fornito chiarimenti in merito a quanto accaduto. Nella giornata di martedì 20 agosto, gli automezzi carichi sono rimasti (come capita spesso per il cattivo funzionamento dell’impianto di Ponte Riccio) in coda per l’intera notte e buona parte della giornata allo Stir.

In conseguenza, in alcune zone (tra queste quelle di Via Staffetta e traverse) non si è potuto assicurare la raccolta.

Ieri, mercoledì 21 agosto, in queste zone si è dovuto garantire la raccolta, quindi, sia della plastica che dell’indifferenziato, che in molti casi erano stati sovrapposti nei contenitori o comunque dinanzi alle utenze, in modo tale che non fosse agevole una raccolta separata.

In previsione di ciò, l’ATI Teknoservice-Gema, come fatto in precedenza in casi analoghi, aveva preventivamente segnalato all’impianto presso il quale viene fatto il conferimento, la BEMA, la necessità di fare una doppia selezione, sia meccanica che manuale, rispetto a quella ordinariamente fatta per separare le impurità (l’indifferenziato) dalla plastica. Cosa che ha consentito di recuperare tutta la plastica che era stata separata ed anche percentuali residue dall’indifferenziato.

L’ATI TeknoService-Gema ha precisato di aver ritenuto opportuno, pur di garantire il servizio, di sostenere un costo aggiuntivo e non rimborsato dal Comune per la selezione della plastica presso la BEMA, per ridurre i disagi dell’utenza, rispettando gli orari di raccolta e non lasciando i contenitori, proprio in questo periodo così caldo e maggiormente turistico, pieni di rifiuti indifferenziati lungo le strade di Giugliano.

La precisazione è d’obbligo, tenuto conto che i cittadini fanno grandi sforzi e sacrifici pur di rispettare il calendario di conferimento, anche per rassicurarli che nulla di quanto differenziano viene mischiato o smaltito in discarica.

L’occasione è anche utile per ringraziare tutti quei cittadini che segnalano ritardi e malfunzionamento del servizio, consentendoci di fare sempre meglio il nostro lavoro. In precedenza, analoghe segnalazioni, verificate, hanno portato all’adozione di seri provvedimenti a fronte di mancanze del nostro personale, giungendo fino al licenziamento in tronco di operatori.