Log in
18-Nov-2017 Aggiornato alle 19:54 +0100

Toponomastica di un territorio: Giugliano e Fascia Costiera le ricerche dei Giovani Reporter

Toponomastica di un territorio: Giugliano e Fascia Costiera le ricerche dei Giovani Reporter Foto: it.wikipedia.org

Tutti ciò che ci circonda, strade, piazze, città… ha una sua toponomastica. Ma perché questo? Questo perché hanno una propria storia. Prendiamo come esempio Giugliano. Giugliano non si può dire chi l’abbia fondata perché è troppo antica. È stata abitata da popolazioni Oscosannitiche, ovvero Etruschi. Si hanno prove certe tanto è vero che Liternum non è una città romana ma atellana, popolazione oscosannitica. Il nome non si sa per certo che origine abbia ma si hanno tre ipotesi:

Il mito parla che i greci approdarono sulle coste di Licola, Varcaturo, Lago Patria e il territorio lo trovarono pieno di gigli. Di conseguenza la chiamarono “Leirion” da cui viene il nome Giugliano. Secondo Petrarca, Giugliano prende il nome da Giulio Cesare che si sarebbe accampato nell’attuale Via Giulia. L’ipotesi più credibile è questa.

Giacomo Chianesa ha trovato una lapide sepolcrale dove si parla di Giulio, un contadino. Varcaturo è una frazione di Giugliano ed ha una sua toponomastica. Purtroppo non si sa con certezza. Varcaturo è anche detto “Barcaturo” . Alcuni dicono perché è vicino al mare ma altri dicono per l’agricoltura. Infatti i romani ci costruivano ville per l’estate e ad ogni villa si aveva un terreno da coltivare. La più antica toponomastica dei territori di Giugliano è Lago Patria. Questa prende il nome “Patria” dai resti della scrittura scritta sulla lapide ritrovata di Scipione l’africano che abbandonò Roma e si stabilì, per il resto della sua vita a Liternum.

La lapide di Scipione si ritrovò vicino al lago ma la tomba non è stata ancora trovata. Come strada possiamo prendere di esempio Via Pacchianella. Si pensa che deriva da “pacchiana” che rappresenta, in napoletano, una donna prosperosa, cafona perché non abita a Napoli, e appariscente per il suo modo di vestire. I cittadini però vogliono cambiare la toponomastica alle strade non sapendo la loro storia.

La toponomastica ha sempre una storia anche se il protagonista della storia non è mai esistito. Ne è un esempio la cappella di “S.Nullo”. Nullo infatti non rappresenta un santo ma significa “Nessuno”. Quindi la chiesa non è di nessuno. Non essendo di nessuno però non è neanche di tutti. Quel nessuno significa che nessuno ha una giurisdizione episcopale su di essa.

Classe 3ª Sez. L 

Giovani Reporter "Don Vitale"

Il progetto si pone come continuazione di un percorso di Giornalismo ambientale che ha visto gli alunni partecipi nello studio e raccolta di documentazione affidabile per restituire valore scientifico alle notizie riguardanti la cosiddetta Terra dei Fuochi (inquinamento, falde acquifere, salubrità dei prodotti agricoli, tutela e vigilanza del territorio).

L’input è il territorio di Licola, Varcaturo e Lago Patria, nelle sue criticità, da evidenziare in vista di ipotesi risolutive e mai di sterile denuncia da scoop, e nelle sue potenzialità da valorizzare.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.