Log in
18-Nov-2017 Aggiornato alle 19:54 +0100

Giugliano. Video conferenza con Paolo Ruffini: un linguaggio per ogni occasione

Giugliano. Video conferenza con Paolo Ruffini: un linguaggio per ogni occasione Foto: Giovani Reporter Don Salvatore Vitale

Alla video conferenza con Paolo Ruffini che riguardava i temi della discriminazione, omofobia, comportamenti e uso del linguaggio sui social ha partecipato anche la SMS Don Salvatore Vitale, presenti sul posto anche i Giovani Reporter

La S.M.S. Don Salvatore Vitale ha partecipato lunedì 15 maggio alla video-conferenza presentata dal noto attore - presentatore Paolo Ruffini, che ha intrattenuto la platea per più di tre ore su discriminazione, omofobia, comportamenti e uso dei linguaggi sui social.

(Guarda il filmato dell’evento https://www.youtube.com/watch?v=6zY4mU3Wxmo&feature=share)

Paolo ha utilizzato un linguaggio molto familiare, che avrà forse sconvolto i benpensanti, ma non certo i ragazzi, destinatari prioritari di quei messaggi. Forse per questo alla fine è stato fintamente censurato dalla sig.ra Valeria Fedele, Ministro della Pubblica Istruzione.

L’uso di alcune parolacce, comunemente usate tra i giovani in senso scherzoso e non con lo scopo di offendere, ha avuto il preciso scopo di “confortare” i ragazzi, facendoli sentire a loro agio e non sul banco degli accusati. Alla fine nessuno di loro è stato condannato, né il potenziale carnefice né le potenziali vittime.

L’obiettivo era quello di far comprendere al meglio questa difficoltosa tematica del bullismo e del cyber-bullismo grazie al progetto ”Parole O-Stili” nato da un’idea di Rosy Russo. In collegamento c’erano le città di Milano, Cagliari, Trieste e Matera.

Molti i personaggi dello spettacolo e dei social intervenuti: Francesco Piccinini, direttore di FanPage , Francesco Baresi (brand Milano AC), Gianluca Di Marzio (giornalista Sky Sport), Andrea Sesta (autore di Lercio, tg satirico).

Momento particolarmente importante è stato quando Lodovica Comello, cantante, attrice e conduttrice famosissima per i ragazzi, ha affermato, nel suo video-messaggio che le parole danno forma al pensiero e in seguito ha raccontato cosa le succede spesso sui social.

Dicendo che sotto le sue foto,video o altro,ci sono commenti positivi e negativi ma che lei come ogni persona se riceve un insulto, si offende ma cerca di non rispondere per non creare discussioni e per questo non dà tanta importanza agli insulti.

Paolo ha chiesto ai ragazzi in sala cosa pensassero dei “gay” e Mino, uno dei ragazzi sul palco, ha risposto: "Picchierei tutti quelli che mi stanno sul c***o, soprattutto i gay".

Momenti di tensione hanno raggelato gli spettatori della sala ma anche quelli collegati. Uno dei ragazzi gay dal palco risponde male, del resto comprensibilmente offeso, ma riesce a dire altro quando Paolo lo invita a vedere nel suo interlocutore non un nemico, ma una persona che non sa. Come gay sono una persona, un essere umano capace di fare cose valide.

Probabile che Paolo abbia ragione: c’è del buono in Mino così come dimostrano i suoi occhi lucidi.

Giovani Reporter
classe 2ª sezione M
SMS "Don Salvatore Vitale"

Giovani Reporter "Don Vitale"

Il progetto si pone come continuazione di un percorso di Giornalismo ambientale che ha visto gli alunni partecipi nello studio e raccolta di documentazione affidabile per restituire valore scientifico alle notizie riguardanti la cosiddetta Terra dei Fuochi (inquinamento, falde acquifere, salubrità dei prodotti agricoli, tutela e vigilanza del territorio).

L’input è il territorio di Licola, Varcaturo e Lago Patria, nelle sue criticità, da evidenziare in vista di ipotesi risolutive e mai di sterile denuncia da scoop, e nelle sue potenzialità da valorizzare.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.