Log in
14-Dec-2018 Aggiornato alle 19:04 +0100

Macerata Campania, sequestrata una fabbrica abusiva di fuochi pirotecnici

  • Scritto da Nota stampa, comando Provinciale GdF Caserta
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Macerata Campania, sequestrata una fabbrica abusiva di fuochi pirotecnici Foto: Guardia di Finanza - Il materiale sequestrato Macerata Campania, sequestrata una fabbrica abusiva di fuochi pirotecnici

Approntata in un fabbricato nel centro urbano di Macerata Campania: arrestati 6 responsabili e denunciato a piede libero un minorenne.

Nel pomeriggio di ieri militari della Compagnia di Marcianise hanno fatto irruzione in un fabbricato nel centro urbano del comune di Macerata Campania in cui sorprendevano n. 7 soggetti (di cui n. 1 minorenne) intenti a svolgere l’attività di fabbricazione di esplosivi in assenza di qualsivoglia autorizzazione e in dispregio alle più elementari forme di sicurezza.

In particolare l’intero piano terra del caseggiato era stato approntato a fabbrica abusiva di fuochi d’artificio, prevalentemente del tipo “Cobra”, prodotto professionale di tipologia F4, che per la sua pericolosità non è destinato alla libera vendita, ma può essere acquistato solo da soggetti che hanno adeguata capacità tecnica e muniti di autorizzazione per spettacoli pirotecnici attrezzati.

Legge ancheSANTA MARIA CAPUA VETERE, "OPERAZIONE WHITE STONE": 72 ARRESTI

L’attività illecita veniva peraltro svolta senza alcuno scrupolo né precauzione per l’incolumità dei limitrofi condomini e di quella dei numerosi bambini che giornalmente frequentano le due scuole, materna e primaria, distanti solo poche decine di metri dai locali sequestrati.

Sequestrato l’intero immobile e il furgone utilizzato per i trasporti, oltre 750 chilogrammi di polvere nera e altri precursori di esplosivi, 50 mila tra contenitori e altri pezzi pronti per l’assemblaggio, 300 mila etichette, 700 chilogrammi (circa 10 mila pezzi) di artifizi pirotecnici già confezionati, pronti per l’immissione sul mercato nero e 40 mila artifizi semilavorati.

Nei locali venivano rinvenuti anche i macchinari per la lavorazione, tra cui bilance, una pressa manuale, un pressa idraulica e un’etichettatrice. Arrestati e posti ai domiciliari i 6 maggiorenni trovati intenti a lavorare e denunciato a piede libero un minorenne.

Attesa la quantità di materiale esplodente rinvenuto e la pericolosità del sito, l’intera area è stata piantonata fino alle prime ore dell’alba quando sono iniziate le operazioni di messa in sicurezza e bonifica dell’immobile, in collaborazione con gli artificieri del locale Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, prontamente intervenuti.

A scopo precauzionale e per garantire la sicurezza dell’area circostante è stato interessato il Sindaco di Macerata Campania che ha disposto per la giornata odierna la chiusura dei due plessi scolastici collocati nelle immediate vicinanze del fabbricato sequestrato.