Log in
14-Dec-2017 Aggiornato alle 19:35 +0100

Benevento, sequestrati beni per un milione di euro ad un sacerdote

Benevento, sequestrati beni per un milione di euro ad un sacerdote Foto: repertorio

L'ex Parroco di Limatola prendeva soldi dagli immigrati per l'accoglienza

Le indagini sono partite nel 2014, quando a seguito di alcune testimonianze di extracomunitari che abitavano alcuni locali della parrocchia senza alcun contratto. Gli inquilini hanno raccontato agli inquirenti che dovevano sottostare alle pretese del sacerdote alle ritorsioni.

Poco dopo il Parroco, don Giuseppe Giuliano ha ricevuto la visita degli uomini delle Fiamme Gialle che hanno portato a termine alcune perquisizioni, le quali hanno evidenziato alcuni illeciti da giustificare l'intervento della Procura. Come riportato anche dall'ANSA

Sembrerebbe, infatti, che l'ex parroco di Limatolola, piccolo centro in provincia di Benevento, adoperasse anche metodi di carattere estorsivo, aiutato di taluni soggetti per giunta pregiudicati che lo avrebbero aiutato, tra l'altro, in una fiorente attività di prestiti di denaro con elevati tassi di interesse.

Questo ha fatto si che la Procura di Benevento, diretta dal dr. Giovanni Conzo,  dopo ben due anni di indagini, ha sequestrato al sacerdote in via preventiva circa un milione e mezzo di euro tra beni mobili ed immobili "perché ritenuto soggetto abitualmente dedito a delinquere ed a vivere, almeno in parte, dei proventi delle proprie attività illecite".