Log in
25-Sep-2018 Aggiornato alle 15:13 +0200

Topi d'appartamento in azione ma vengono colti sul fatto

  • Scritto da nota stampa carabinieri
  • Pubblicato in Focus
  • 0 commenti

I Carabinieri li fermano a Luogosano mentre cercano di fare un colpo nel loro stesso comune di residenza 

Luogosano, Avellino. Credevano di poter agire indisturbati per mettere a segno qualche furto in appartamento e garantirsi così in modo impunito illeciti profitti, ma non è andata come speravano: altre due persone sono state sorprese in flagranza di furto e tratte in arresto. Nonostante l’elevato numero di risorse impiegate nel presidio ai seggi elettorali, durante il weekend appena trascorso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino ha comunque messo in campo un dispositivo preventivo rinforzato, garantendo la massima presenza di uomini sul territorio, sia per prevenire i reati predatori che per intervenire con tempestività ed efficacia quando necessario. Ed ancora una volta tali sforzi hanno portati i loro frutti.

Leggi ancheLA SUA CASA ERA META DI "PELLEGRINAGGIO" PER LA DROGA, ARRESTATO 35ENNE DI LUOGOSANO

Nella serata di sabato, nell’ambito del massiccio dispositivo disposto dalla Compagnia di Mirabella Eclano, i Carabinieri della Stazione di Sant’Angelo all’Esca, hanno tratto in arresto un 58enne ed un 39enne, che in Luogosano, loro comune di residenza, si sono resi responsabili del reato di tentato furto aggravato in abitazione. Sfortunatamente per loro, l’azione delittuosa che i due malviventi avevano messo in atto, veniva notata dal proprietario dell’immobile che non esitava ad allertare il “112”. Ricevuta la segnalazione, i militari in servizio presso la Centrale Operativa disponevano in tempo reale l’invio di una pattuglia della Stazione di Sant’Angelo All’Esca, già presente in quell’area, che, grazie all’approfondita conoscenza del territorio, riusciva tempestivamente ad individuare l’abitazione segnalata e bloccare in flagranza i due ladri. Condotti in Caserma ed inchiodati alle proprie responsabilità da tutte le evidenze raccolte, venivano quindi dichiarati in stato di arresto a disposizione della alla Procura della Repubblica di Benevento. Sono in corso accertamenti da parte dei Carabinieri per stabilire se i due soggetti nei giorni scorsi si siano resi responsabili di furti in abitazioni. Si sensibilizzano i cittadini a continuare a segnalare tempestivamente al “112”, Numero Unico Europeo per le Emergenze, situazioni inconsuete nonché veicoli o persone sospette.

La controffensiva posta in essere dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino per il contrasto ai reati predatori, continuerà senza sosta. Sono infatti tuttora in corso nell’intera Irpinia i servizi di controllo straordinario del territorio. E tutto questo soprattutto per ridare fiducia e tranquillità alla popolazione alla quale si richiede sempre la fondamentale collaborazione.