Log in
21-Jul-2018 Aggiornato alle 13:07 +0200

Contrada (AV), non gradisce la relazione tra un 20enne e sua sorella e gli spara

  • Scritto da Nota congiunta Carabinieri Polizia
  • Pubblicato in Focus
  • 0 commenti
Contrada (AV), non gradisce la relazione tra un 20enne e sua sorella e gli spara Foto: Carabinieri Contrada (AV), non gradisce la relazione tra un 20enne e sua sorella e gli spara

I Carabinieri e la Polizia attraverso l'indagine coordinata dalla Procura di Avellino sono risaliti all'identificazione del presunto colpevole.

È stato denunciato all’Autorità Giudiziaria il giovane che nella serata di ieri ha ferito alla spalla con un colpo di pistola un ventenne di Serino (AV). Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Avellino ed espletate con una efficace collaborazione dalla Compagnia Carabinieri di Baiano e dalla Squadra Mobile della Questura di Avellino, hanno portato dopo qualche ora all’identificazione del presunto responsabile.

I fatti sono accaduti verso le ore 20.30 nel centro abitato di Contrada (AV): secondo quanto ricostruito dagli investigatori, alla base della lite la non gradita relazione sentimentale tra la vittima e la giovane sorella del denunciato.

Prontamente soccorso, il ventenne è stato sottoposto ad un intervento chirurgico presso l’ospedale Moscati di Avellino e giudicato con prognosi di una ventina di giorni. L’attività investigativa compiuta da Polizia e Carabinieri, consentiva di raccogliere sufficienti elementi che determinavano il rintraccio del 18enne di Contrada il quale, ben consapevole delle proprie responsabilità e senza opporre resistenza, veniva condotto in Caserma.

Alla luce delle evidenze emerse è scattata nei suoi confronti la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino per i reati di lesioni personali aggravate, porto abusivo di pistola e spari in luogo pubblico.

Gli operanti hanno altresì recuperato e sottoposto a sequestro la pistola utilizzata per il delitto, legalmente detenuta dal genitore il quale è stato deferito alla medesima A.G. poiché ritenuto responsabile del reato di omessa custodia di armi.