Log in
14-Dec-2019 Aggiornato alle 14:06 +0100
Vincenzo Perfetto

Vincenzo Perfetto

Direttore Editoriale

URL del sito web: http://www.puntomagazine.it

Da Napoli per rubare a Carife e Vallata: arrestati

I due, colti in flagranza di furto aggravato, sono stati arrestati e condotti presso il Carcere di Ariano Irpino.

Prosegue senza sosta la lotta alla piaga rappresentata dalla criminalità predatoria, condotta dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino e che ogni giorno vede impiegati i militari dell’Arma in un capillare controllo del territorio teso a garantire senso di sicurezza e rispetto della legalità.

Questa notte, a finire nella rete del dispositivo preventivo messo in campo dall’Arma irpina due trentenni di Napoli, sorpresi nella flagranza di furto aggravato.

I due avevano deciso di mettere a segno dei colpi nei comuni di Carife e Vallata, asportando costosi attrezzi da lavoro. Sfortunatamente per loro, l’azione delittuosa ha insospettito alcuni residenti che, a testimonianza dell’inestimabile valore aggiunto offerto dalla partecipazione della collettività al bene comune della sicurezza, non hanno esitato ad allertare con tempestività il “112”.

Ricevuta la segnalazione, la Centrale Operativa disponeva in tempo reale l’invio di un’autoradio della Stazione di Vallata che piombava sul posto segnalato, sorprendendo i malfattori con le mani nel sacco.

Questi, vistosi scoperti, abbandonavano la refurtiva e si davano a precipitosa fuga a bordo del loro veicolo: ma il maldestro tentativo andava ad infrangersi contro il tranello tesogli dai Carabinieri, intervenuti fin dall’inizio con una seconda pattuglia della Stazione di Castel Baronia che partecipava apparentemente in sordina all’azione ma in realtà, ipotizzando già tale possibile epilogo, si disponeva in modo da tagliare ogni via di scampo ai presunti ladri, interrompendone inesorabilmente la fuga.

L’immediata perquisizione permetteva di rinvenire in loro possesso anche alcune dosi di hashish (per un peso complessivo di circa due grammi) che sono state sottoposte a sequestro.

Condotti in Caserma per gli accertamenti di rito, i due, entrambi gravati da specifici precedenti di polizia, sono stati dichiarati in arresto e, su disposizione della Procura della Repubblica di Benevento, tradotti alla Casa Circondariale di Ariano Irpino.

La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita agli aventi diritto.

  • Pubblicato in News
  • 0

Qualiano sempre più vicina al dissesto

In un documento che circola per il Palazzo del Comune, a firma del Sindaco di Qualiano, il "De profundis" della città. 

C’è un documento che si aggira per le strade di Qualiano e per le stanze del Comune, un documento, siglato dalla massima carica del Comune di Qualiano che racconta quello che sembra con tutta probabilità il “de profundis” della città di Qualiano.

Un documento che racconta di uffici che tra di loro non parlano e ed in contrasto con la parte politica che rappresenta i cittadini. Un comportamento che va – come è possibile notare dal degrado cittadino – tutto a discapito della collettività comprese le parti politiche.

Ciò che lascia maggiormente sorpresi è il silenzio di coloro che lo hanno ricevuto: tutti gli apparati dell’amministrazione, opposizione compresa.

Meglio tacere, meglio non mettere al corrente i cittadini del default economico della città che da qui a breve dovrebbe essere dichiarato.

Tra breve – meno di 10 giorni – sarà un mese che il documento circola nel palazzo del Comune e nessuno ha detto nulla ne chiesto una spiegazione.

Benissimo, anzi malissimo non è che la dimostrazione della cortina di silenzio calata sul Comune di Qualiano che, negli ultimi 15 mesi, ha mostrato un astio senza precedenti nei confronti di coloro che, con fatica, hanno cercato di informare i cittadini.

Una cortina di silenzio per nascondere cosa? Forse per nascondere quello che hanno provocato per decenni Amministrazioni facilone fatte di locuzioni come “qual è ‘o problema”, “mo me lo vedo io” e di scelte poco oculate? Si pensava che forse non parlandone e tenendo tutto nascosto forse i nodi non sarebbero venuti al pettine? Invece i nodi sono tutti li ed ormai non è più possibile districarli.

Non si può dire però che il Sindaco De Leonardis non abbia profuso impegno per scongiurare il default: ci ha provato fino all’ultimo, ma a quanto sembra nel prossimo bilancio veramente non si sa cosa scrivere.

Un momento così buio non lo ricorda nessuno neanche gli anziani della città. Un momento tanto critico che neppure quando negli anni ‘50 vi fu un ammanco di denaro, nonostante tutto, nemmeno in quella situazione avvenne il dissesto.

Nei prossimi giorni approfondiremo tutto e informeremo i cittadini sulle reali condizioni in cui verte il comune di Qualiano che non sono quelle raccontate in giro attraverso una nuova litania del “è tutto a posto il dissesto è scongiurato”, forse non comprendendo fino in fondo la gravità della situazione.

 

 

 

 

 

 

  • Pubblicato in Focus
  • 0

Qualiano Luminarie Cerqua: "Ritardi sull'istallazione? Abbiamo atteso i tempi burocratici"

L'Assessore agli Spettacoli: Per il programma? Attendiamo risposte da alcune agenzie, altrimenti ci rivolgeremo alle associazioni. Alcune si sono fatte avanti.

Il groviglio di polemiche relative alle luminarie del Comune di Qualiano va dipanandosi, dopo Marco Cacciapuoti, per avere una visione ulteriormente chiara della situazione, abbiamo sentito anche l’Assessore Cerqua che ha risposto alle nostre domande.

Assessore Cerqua a cosa è dovuto il ritardo nell’istallazione delle luminarie che tante polemiche stanno suscitando?

«Stiamo montando le luminarie con qualche giorno di ritardo rispetto al preventivato perché doveva essere ancora completato tutto l’iter burocratico per incamerare la somma dei 25mila euro stanziati dalla Camera di Commercio e per poter espletare la documentazione necessaria per dare l’incarico alla ditta che si sta occupando della istallazione delle luminarie. Ciò ha comportato qualche giorno di ritardo dovuto a procedimenti burocratici partito subito dopo l’approvazione del finanziamento ottenuto. Nonostante questo “ritardo” rispetto ai tempi prefissati, siamo contenti perché grazie al finanziamento ottenuto insieme all’Aicast del Presidente Marco Cacciapuoti, che ringrazio molto amichevolmente, Qualiano avrà delle luminarie mai viste negli ultimi anni. Questo è il contributo che il Comune di Qualiano insieme all’AICAST regala alla cittadinanza».

Cerqua per il Natale sono state stanziate ulteriori cifre o sono solo la somma stanziata della Camera di Commercio di Napoli?

«A disposizione del Natale, oltre ai fondi ricevuti dalla Camera di Commercio di Napoli, vi è anche il fondo che ogni anno viene stanziato da parte del Comune ed ammonta a circa 15mila euro».

Assessore, in merito al Programma del Natale cosa può dire?

«Per il Programma del Natale stiamo aspettando risposte da alcune agenzie per poter fare qualche altra iniziativa se vi saranno abbastanza risorse, altrimenti ci rivolgeremo alle associazioni per poter organizzare qualche iniziativa. In queste ore stiamo lavorando proprio a tali iniziative e per stilare un programma per poi farlo conoscere alla città».

Per quanto concerne le associazioni lei pensa che saranno chiamate a breve o bisognerà attendere?

«In realtà alcune associazioni già si sono proposte come ad esempio la Pro Loco, ma hanno parlato direttamente con il Sindaco e proprio oggi abbiamo una riunione in merito».

 

  • Pubblicato in News
  • 0

Qualiano Luminarie, Cacciapuoti (AICAST): "I 25mila euro? Possono essere usati solo per attività natalizie"

Il Presidente AICAST Qualiano: Cartellone di Eventi? Credo ci sarà un programma organizzato. Dovete chiedere a chi di dovere.

Ormai la polemica in merito alle luminarie sui social ha raggiunto il culmine da un lato coloro che vorrebbero che fossero affrontati prima i problemi relativi alle sedi stradali ridotte a colabrodo dall'atro coloro che vogliono siano accese le luminarie in vista del Natale.

Abbiamo intervistato per fare chiarezza visto che è stato chiamato in ballo anche sui social il Presidente di AICAST Qualiano Marco Cacciapuoti che ha risposto alle nostre domande.

Cacciapuoti anche lei è stato trascinato nella polemica delle luminarie visto che ha seguito l'iter fino all'aggiudicazione dei fondi. Cosa sta succedendo?

Il Comune di Qualiano, come sapete, si è aggiudicato i 25 mila euro previsti dal bando della Camera di Commercio di Napoli che ha suo tempo aveva stanziato una somma di denaro per le attività natalizie e per dare una spinta al commercio locale proprio in questo particolare periodo dell'anno. Il resto è cronaca giornalistica ma non ne voglio parlare perché rischierei di alimentare solo polemiche inutili. Sicuramente quest'anno sarà un Buon Natale. 

Presidente, che lei sappia è stato prodotto un cartellone di eventi o una programmazione per il Natale?

Credo di si, sicuramente ci sarà un programma organizzato, presumo, dall'Assessore al ramo ed appena pronto sarà data certamente comunicazione ai cittadini attraverso una nota stampa o una conferenza. Non posso dare una risposta certa, ma solo supposizioni perché dal 13 novembre scorso non ho più sentito nessuno: non conosco i dettagli dell'organizzazione. Dovrebbe chiederlo a chi di dovere.

Le polemiche montano molto sull'opportunità di usare i fondi per risistemare le strade anziché istallare le luminarie può fare chiarezza su questo punto?

A quanto mi risulta sono state stanziate dal Comune delle somme per il ripristino delle strade, ma certamente risponderà meglio di me chi di dovere. Quello che posso dire con certezza è che i fondi stanziati dalla Camera di Commercio possono essere usati esclusivamente per le attività natallizie. Qualora non dovessero essere usati dovranno tornare al mittente ovvero alla Camera di Commercio di Napoli. I cittadini devono comprendere che quei fondi sono vincolati non possono essere usati per altro.

  • Pubblicato in News
  • 0

PD di Qualiano a Congresso: confermato Fertuso segretario

L'assemblea è stata incentrata sui temi dell'ambiente e su un documento programmatico da consegnare ai vertici Provinciali e Regionali.

Si è tenuto il 28 novembre presso la Biblioteca comunale di Qualiano il congresso del Partito Democratico di Qualiano, in una serata di forte pioggia. L'assemblea, riunita per l'occosione ha discusso sui temi dell'ambiente presentando una relazione che andrà presentata ai vertici regionali e provinciali affiché possa stimolare una legge regionale che si prenda cura dell'area vasta di Giugliano ed impedisca ulteriori impianti.

L'assemblea per acclamazione ha riconfermato il segretario uscente Giuseppe Fertuso che ha commentato: "Sono onorato di poter ricoprire nuovamente la carica di segretario. Ringrazio gli iscritti per la rinnovata fiducia che hanno posto in me. Sono consapevole che c’è tanto da fare ma allo stesso tempo fiducioso per il futuro".

Rinnovato anche il consiglio direttivo del circolo di Qualiano, ma il segretario Fertuso ha spiegato che sarà reso ufficiale domenica quando vi sarà l'elezione del Segretario Provinciale.

Grande assente della serata l'unico Consigliere comunale eletto nel PD alle scorse elezioni. Voci forti raccontano che vi sia sempre maggiore la distanza del Consigliere dal Partito, tanto che potrebbe essere vicino un passaggio verso altra formazione politica.

 

 

 

Giugliano, coltivava marijuana in casa: 37enne arrestato a Varcaturo

L'uomo è stato trovato in possesso di dispositivi per l'illuminazione e la ventilazione e 40 vasi con residui di piante. 

I Carabinieri della Stazione di Varcaturo hanno arrestato il 37enne ghanese K.O. per coltivazione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti a fini di spaccio.

I militari, durante una perquisizione domiciliare in uno stabile della fascia costiera di Giugliano in Campania, hanno rinvenuto all’interno di una camera un vero e proprio impianto artificiale per la coltivazione indoor di cannabis. Completo di dispostivi per la ventilazione e l’illuminazione della sostanza, l’impianto contava 40 vasi di grosse dimensioni con residui di piante appena raccolte.

Su una delle pareti un foglio sul quale erano riportati annotazioni sui parametri rilevati durante la coltivazione e il promemoria “Chiudere la finestra! Entra la luce”.

Nell’appartamento anche 9 buste in cellophane contenenti 300 grammi circa di marijuana, già essiccata e pronta per la vendita.

L’intero locale è stato sequestrato e l’uomo è stato tradotto al carcere di Poggioreale.

  • Pubblicato in Focus
  • 0

Danni per il maltempo, Cimitero di Pozzuoli chiuso fino al 27 novembre

L'accesso al Cimitero sarà possibile sono per operazione indefferibili ed urgenti per ragioni igienico sanitarie.

Il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ha firmato un'ordinanza con la quale ha prorogato fino a mercoledì 27 novembre 2019 la chiusura al pubblico del cimitero comunale.

Il provvedimento è stato adottato, a salvaguardia della pubblica e privata incolumitàdopo aver constatato che i lavori di messa in sicurezza dei luoghi interessati da dissesti, smottamenti del suolo, e avvallamenti del terreno, nonostante un significativo dispiegamento di uomini e mezzi, hanno subito dei rallentamenti per il prosieguo delle avversità meteorologiche e che quindi gli interventi sono ancora in pieno svolgimento.

Al cimitero si potrà accedere unicamente per le operazioni indifferibili ed urgenti richieste per ragioni igienico-sanitarie ed esclusivamente per le tumulazioni e gli interri, per i quali sarà consentito l'accesso ad un numero limitato di familiari.

  • Pubblicato in News
  • 0

"Uniti contro il Bullismo" all'Istituto Paritario "Don Mauro" di Villaricca

Una conferenza dove è stato affrontato il tema del bullismo e cyberbullismo attraverso la presentazione di "Andrea oltre i pantaloni rosa" di Teresa Manes.

Bullismo, Cyberbullismo e violenza sono temi di cronaca quotidiana. Non passa giorno senza che si venga a conoscenza di una vittima di tali pratiche problema che si fa sempre più pesante con il trascorrere degli anni e soprattutto su social. Proprio i social sono quei luoghi dove haters e bulli sono molto più attivi.

Questo tema è stato affrontato oggi presso l’Istituto Paritario Don Mauro di Villaricca. Con un incontro dal titolo “Uniti contro il Bullismo”, nell’ambito del quale vi è stata la presentazione del libro per Graus editore “Andrea oltre il pantalone rosa” di Teresa Manes, la madre di Andrea Spezzacatena, vittima di continue vessazioni a scuola che lo hanno portato al suicidio. La colpa di Andrea fu quella di indossare dei pantaloni che la madre aveva scolorito in lavatrice. Teresa solo il giorno del funerale del figlio, che finì per impiccarsi con una sciarpa, scoprì che dell’esistenza di una pagina Facebook aperta per deridere il figlio per quei “pantaloni rosa”. Tante però sono i giovani che non hanno retto al peso delle vessazioni e hanno finito per togliersi la vita.

Da questo tragico evento Teresa Manes ha intrapreso un suo personale percorso contro il bullismo, parlando del bullismo nelle scuole con i giovani per far comprendere la pericolosità di queste pratiche.

Teresa loha fatto anche oggi presso l'Istituto Paritario Don Mauro di Villaricca dove sono intervenuti anche il Sindaco di Villaricca Maria Rosaria Punzo, personale della Polizia Postale, Loredana Granata Assessore alle politiche Sociali del Comune di Villaricca e Vania D’Alterio dell’Associazione “Braccialetti Rosa”.

L’incontro ha voluto incitare i giovani a non tacere e subire ma denunciare gli atti di bullismo e di prepotenza. Parlare con insegnanti, genitori e Polizia Postale e con le altre Forze dell'Ordine non rappresenta un atto di debolezza ma rappresenta l’unica strada possibile per fermare le vessazioni e iniziare a vivere di nuovo una vita normale.

Un momento importante di confronto dove è stato spiegato come il branco tende ad attaccare la sua vittima – che finisce per essere sempre più sola ed isolata – attraverso insulti, aggressioni e tanto altro, che genera in chi è colpito un senso di frustrazione tale da risultare difficile venirne fuori senza un aiuto o un atto di forte coraggio dettato anche dalla disperazione.

Disse Teresa Manes al funerale di suo figlio Andrea “I bulli di oggi saranno il marcio di domani” una frase emblematica che lascia trasparire chiaramente una denuncia ad intervenire sui ragazzini prime che diventino adulti problematici. Magari gli stessi che hanno taciuto a Teresa il primo tentativo di suicidio del figlio.

  • Pubblicato in News
  • 0

Scossa di terremoto di magnitudo 4.4 a Balsorano nell'aquilano

Avvertita anche a Roma ed in Campania. Dalla Protezione Civile la conferma che non vi sono danni causati dalla scossa

Un terremoto di magnitudo Mw 4.4 è avvenuto nella zona: 5 km SE Balsorano (AQ), il poco più un ora fa. Il sisma è avvenuto a circa 14 km di profondità. 

La scossa è stata avvertita anche in Lazio fino a Roma e in Campania

Dalla Protezione Civile arriva la conferma di nessun danno causato dalla scossa. Solo la paura per l'ennesimo che non

"Si tratta di un altro sistema di faglie", lo ha dichiarato all'ANSA il sismologo Alessandro Amato, dell'INVG. "Si tratta comunque - ha proseguito - di un'area ad alta pericolosità sismica"

  • Pubblicato in News
  • 0

Disabilità e Società, Nunzia e Stefania raccontano la loro esperienza di mamme di persone autistiche

Prima c'è la non accettazione, poi la consapevolezza e la corsa alle cure come terapie, logopedie ed altro.

Continuiamo la nostra serie di interviste che mirano a raccontare il modo della disabilità non dal punto di vista puramente medico scientifico ma dal punto di vista delle famiglie, che molto spesso, nel silenzio, vivono momenti di sconforto e di sofferenza enormi. Con questi racconti vogliamo fortemente sensibilizzare l’opinione pubblica su problemi che affliggono sempre più persone.

Abbiamo scelto di non intervistare Presidenti di grosse associazioni che raccolgono genitori e persone con problematiche particolare, ma semplici genitori che ogni giorno si trovano ad affrontare problemi che spesso sono più grandi di loro.

Questa volta abbiamo abbiamo intervistato Nunzia e Stefania due mamma dell’Area Nord di Napoli che hanno accettato di raccontare le loro storie, certamente sono simili a quelle di tante altre persone che si trovano di fronte il problema dell’Autismo che risulta essere sempre più frequente.

Ecco cosa ci hanno raccontato:

  • Pubblicato in Focus
  • 0
Sottoscrivi questo feed RSS