Log in
18-Sep-2019 Aggiornato alle 11:11 +0200
Redazione

Redazione

Casoria, arrestato 41 arrestato dovrà scontare 3 anni e 4 mesi

L'uomo dovrà espiare una pena detentiva per furto e rapina commessa nel comune di Itri.

I Carabinieri della Stazione di Arpino di Casoria hanno tratto in arresto A.A., un 41enne del posto già noto alle forze dell'ordine, raggiunto da un ordine per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Roma.

Dovrà espiare una pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione per i reati di furto e rapina commessi nel 2015 e nel 2016 nel comune di Itri, in provincia di Frosinone.

L’arrestato è stato tradotto al carcere di Poggioreale.

  • Pubblicato in News
  • 0

Caivano, smantellata una piazza di spaccio: presente anche cobret

I Carabinieri avevano notato uno strano movimento attorno all'isolato A3 del Parco Verde.

I Carabinieri della Tenenza di Caivano hanno arrestato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio il 41enne A.F. e il 18enne P. N., entrambi del posto e già noti alle forze dell'ordine.

I militari hanno notato uno strano movimento attorno all’isolato A3 del Parco Verde. Dal portone dello stabile, sul cui telaio era stata ricavata una feritoia, venivano smerciati involucri di plastica in cambio di denaro.

Il 41enne e il 18enne erano davanti all’ingresso e da “vedette” si assicuravano che le mani esperte dietro lo spaccio non finissero in manette.

Uno dei “clienti” è stato immediatamente fermato e nelle sue tasche sono state trovate una dose di crack e una di cobret, una droga ricavata dagli scarti di produzione dell’eroina.

Determinai a intervenire, i Carabinieri hanno bloccato le due sentinelle, perdendo tra le maglie dello stabile popolare i tre pusher, fuggiti senza però recuperare lo stupefacente ancora da piazzare.

Su un tavolino posizionato dietro al portone, sono stati così rinvenuti 45 bussolotti di cobret per complessivi 38 grammi, 2,60 grammi di crack suddivisi in 7 dosi, 46 dosi di cocaina del peso totale di 11,65 grammi e 40 euro in contante ritenuto provento illecito.

I due sono stati arrestati e dopo le formalità di rito tradotti al carcere di Poggioreale.

  • Pubblicato in Focus
  • 0

Napoli Mercato, evade dai domiciliari: aveva in tasca un biglietto per Genova

L'uomo, un 45enne cittadino algerino, è stato sorpreso dai Carabinieri su una banchina del terminal degli autobus a lunga percorrenza.

I Carabinieri dell'Aliquota PMZ della Compagnia Stella hanno arrestato per evasione S. H., un 45enne di origini algerine già noto alle forze dell'ordine.

L'uomo, sottoposto ai domiciliari per aver commesso reati contro il patrimonio, è stato sorpreso dai militari in corso Arnaldo Lucci, su una banchina del terminal per autobus a lunga percorrenza.

In mano il 45enne aveva un biglietto di sola andata per Genova. L'uomo, vistosi scoperto, ha provato a fornire false generalità con la speranza di trarre in inganno i Carabinieri. Il trucco, come era prevedibile, non ha ovviamente funzionato ed è stato arrestato.

Il 45enne è ora in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

  • Pubblicato in News
  • 0

Napoli, Vomero e Arenella, “Piano Napoli”: 1 arresto, 4 denunce e 4 consumatori di droga segnalati

Controlli straordinari dei Carabinieri della Compagnia Vomero e del Reggimento "Campania".

Servizio straordinario di controllo del territorio dei Carabinieri della Compagnia Vomero supportati da quelli del Reggimento “Campania” nell'ambito del protocollo di controlli cosiddetto “Piano Napoli”. 

I Militari del Nucleo Operativo e della Stazione Vomero hanno tratto in arresto per detenzione di droga a fini spaccio, un 19enne del rione traiano già noto alle forze dell’ordine.

Il giovane era in via Caldieri quando è stato fermato e perquisito. Il 19enne aveva addosso 7 dosi di marijuana del peso complessivo di 7 grammi e 90 euro in contante ritenuto provento di spaccio.

La perquisizione, estesa anche all'abitazione, ha portato al sequestro di altre 23 dosi della stessa sostanza per 45 grammi totali, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. piscopo, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio.

I Carabinieri, nell'ambito dello stesso servizio, hanno poi denunciato in stato di libertà un 46enne del Rione Traiano per guida senza patente e un 28enne del Quartiere Materdei per aver forzato un posto di controllo: il 28enne era privo di assicurazione e per evitare sanzioni ha provato, senza successo, a sfuggire ai Carabinieri.

Nell'ambito dello stesso servizio sono stati denunciati anche un 33enne e un 24enne di afragola per tentata truffa.

I due hanno affiancato l'autovettura di un 90enne simulando con un gessetto e della vernice bianca il danno causato da un tamponamento; hanno provato a farsi consegnare del denaro quale risarcimento del danno ma non hanno concluso la “transazione” a causa dell'arrivo di una pattuglia dei carabinieri. inutile il tentativo di fuga: i due sono stati bloccati, identificati e poi denunciati.

Segnalati, infine, alla prefettura 4 assuntori di stupefacenti. Controllate, nel corso del servizio nel fine settimana, 210 persone e 63 veicoli: 7 le contravvenzioni al codice della strada elevate.

  • Pubblicato in Focus
  • 0

Marano, tentano di rapinare un distributore di carburante e coprono la fuga sparando

Messi alle strette i due non hanno esitato a sparare in corso Mediterraneo a Marano per coprirsi la fuga uno è stato preso l'altro è ricercato.

I Carabinieri della sezione operativa di Marano di Napoli hanno arrestato un 23enne già noto alle forze dell'ordine, ritenuto responsabile di porto abusivo d'arma da fuoco e ricettazione.

Secondo quanto ricostruito dai militari dell'arma grazie alla visione delle immagini catturate dalle varie telecamere installate in città, il 23enne, insieme ad un complice, aveva poco prima tentato di rapinare un distributore di benzina della zona.

I due erano su un motociclo provento di furto con passamontagna calzati e armi in pugno, quando alcune delle persone presenti nei pressi del distributore si sono rese conto delle loro intenzioni. Dopo aver scongiurato la loro irruzione sono saliti in auto, li hanno inseguiti e speronati.

I due sbalzati al suolo dall'impatto, anche se feriti, hanno continuato la fuga a piedi coprendosi le spalle a colpi d’arma da fuoco, nessuno dei quali è andato a segno.

I carabinieri, allertati dalla centrale operativa, sono intervenuti nell’immediatezza e sono riusciti a individuare i due fuggitivi. Il 23enne è stato bloccato, mentre il complice è riuscito a dileguarsi.

I Carabinieri, in corso Mediterraneo - luogo dove è avvenuta la sparatoria - con la collaborazione tecnica del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna, hanno rinvenuto una pistola revolver Smith & Wesson, un cellulare, 2 bossoli calibro 9 – uno di questi parabellum – e 2 passamontagna.  Tutto il materiale ritrovato e sequestrato è stato associato grazie alle immagini delle telecamere al 23enne e al complice.

L'uomo, dopo le formalità di rito, è stato tradotto al carcere di Poggioreale.

Le indagini continuano per l’individuazione del complice e per la ricostruzione dell’esatta dinamica dei fatti.

  • Pubblicato in Focus
  • 0

Qualiano, sversamento abusivo di Tv sulla grande viabilità

In zona Grande viabilità

Qualiano. Notte fonda per quanto riguarda gli scarichi abusivi. La foto ritrae nei pressi dell'asse della Grande viabilità una quantità di monitor e Tv scaricati probabilmente da pochissime ore e preda anche di saccheggio. Una situazione paradossale che ci viene segnalata grazie alla solerzia del gruppo social "Sei di Qualiano se" che da anni sta documentando episodi come questo attraverso foto e video in primis dei suoi amministratori tra cui Mimmo Licciardiello e Lello Galati. 

Ci chiediamo a questo punto quali sia la presenza degli organi preposti del comune. Primo tra tutti l'assessorato all'ambiente che continua a tacere o comunque non riesce a mettere in campo le giuste contromisure per arginare quella che è una crisi senza fine. 

Quarto, sorpreso dalla Polizia Municipale ad incendiare i rifiuti: denunciato

Il Vicesindaco Martusciello: "Ancora una volta i trasgressori non resteranno impuniti".

Denunciato dalla Polizia Municipale di Quarto un uomo sorpreso ad incendiare i rifiuti. Ad diffondere la notizia arrivata poco fa in redazione Il Vicesindaco Martusciello che detiene anche la delega all'ambiente.

Il fatto secondo quanto riporta l'Assessore è avvenuto alla 9:00 circa nei pressi del Cimitero di Quarto, quando gli agenti della Polizia Municipale, impegnati in un servizio di pattugliamento hanno notato levarsi nell'aria fumo nero. Questo ha permesso di individuare la sorgente ovvero il rogo e di denunciare il responsabile.

"Ancora un atto terribile di inciviltà commesso ai danni dei cittadini e dell'ambiente ancora una volta i trasgressori non resteranno impuniti". Così ha commentato il Vicesindaco Martusciello,

Giugliano, si aggirava in un parcheggio armato di coltelli: denunciato

L'uomo aveva un coltello in tasca dal 18 cm e uno in auto da 20 cm. Le armi sono state sequestrate.

Denunciato un 42enne di Giugliano dai Carabinieri della locale Compagnia, guidata dal Cap. Coratza. L'uomo è ritenuto re­sponsabile di porto abusivo di armi ed oggetti atti ad offendere.

Nel corso di un serv­izio di perlustrazio­ne, i Militari dell'Arma hanno l'uomo che, con fare so­spetto, si aggirava all’interno di un parc­heggio.

I Carabinieri sono intervenuti e lo hanno sottoposto ad un controllo e ad una perquisizione personale, trovandolo in possesso di un coltello a ser­ramanico della lunghezza di 18 cm ed, a seguito della conseguen­te perquisizione sulla sua automobile, hanno rinvenuto un altro coltello sempre a serramanico della lunghezza di 20 cm.

L'uomo non ha saputo fornire ai Carabinieri una valida giustificazione per il possesso di quelle armi che sono state sottoposte a sequestro.

  • Pubblicato in Focus
  • 0

Qualiano ex dipendente PiParking: aperta trattativa con l'azienda

Dopo la pubblicazione della lettera del sig. Caccavale si sblocca la trattativa.  

Questa mattina pubblicavano una lettera aperta di un ex impiegato della PiParking, società che gestisce la sosta a pagamento nel comune di Qualiano. Alle ore 20:50 arriva una mail che reca la notizia dell'avvio della trattativa con l'azienda. Di seguito il testo della mail di ringraziamento:

"Spett.le Redazione,

faccio seguito all'appello diretto al Sindaco in merito alla questione Piparking per ringraziare pubblicamente tutto lo staff di “PUNTOMAGAZINE.IT”per lo spazio concesso e ringraziare il Sindaco Dott. Raffaele De Leonardis che grazie al suo invito diretto alla società concessionaria del servizio SOSTA A PAGAMENTO, di provvedere tempestivamente alla risoluzione della controversia con il sottoscritto, ha fatto sì che arrivasse dalla società la disponibilità ad una trattativa di conciliazione tra le parti riconoscendo e applicando in fase di sottoscrizione verbale di chiusura rapporto il rispetto di tutte le norme e gli istituti previsti dal CCNL.

Nel ringraziare ancora per lo spazio concesso alla voce dei cittadini, porgo distinti saluti.

Luigi Caccavale MATRICOLA 118".

Il Punto! Il WebMagazine è da sempre dalla parte dei cittadini ed ci inorgoglisce aver contribuito affinché si sbloccasse la trattativa tra il Sig. Caccavale e la PiParking srl. Con l'auspicio che avvenga la stessa disponibilità dimostrata a Caccavale avvenga per tutti. 

  • Pubblicato in News
  • 0

Qualiano Lettera ex dipendente Piparking, Il Sindaco: l'azienda rispetti il contratto nazionale di lavoro

Il Sindaco Raffaele De Leonardis: "I rapporti di lavoro sanciti nei contratti vanno rispettati come dice la legge".

Dopo la lettera dell'ex dipendente PiParking Luigi Caccavale, giunge il Sindaco di Qualiano Raffaele De Leonardis, interviene sulla vicenda:

"I rapporti di lavoro sanciti nei contratti vanno rispettati come dice la legge. Qualora dovessero esservi eventuali mancanze nei confronti del ex dipendente Caccavale, invito la PiParking ad adempiere nel rispetto del contratto nazionale di lavoro e riconoscere quanto dovuto".

Così il Sindaco De Leonardis ha risposto dopo aver letto la lettera aperta a lui indirizzata pubblicata da questo giornale.

  • Pubblicato in News
  • 0
Sottoscrivi questo feed RSS