Log in
18-Jun-2019 Aggiornato alle 18:08 +0200
Carmine Sgariglia

Carmine Sgariglia

CV in due parole
Ingegnere Elettronico
Giornalista Pubblicista

Carica ricoperta in puntomagazine.it
Direttore Responsabile

Contatti
c.sgariglia@gmail.com
www.facebook.com/carsgariglia
www.twitter.com/carsgariglia

URL del sito web: http://www.puntomagazine.it

Più di un milione di specie viventi sarebbe a rischio estinzione

Lo afferma una bozza di rapporto sullo stato della natura per le Nazioni Unite

La natura è gravemente ammalata. Secondo una bozza di un rapporto redatto dalle Nazioni Unite più di un milione di specie viventi sono a rischio. A renderlo noto in un articolo è Yahoo news. Il tutto è dovuto dall'influenza dell'uomo che di fatto sta spingendo il pianeta alla rovina mediante scelte tecnologiche che finora si stanno rivelando disastrose. Il rapporto sottolinea come la questione climatica non sia l'unica a poter minare l'esistenza stessa della viva sul nostro pianeta ma la scomparsa di interi ecosistemi potrebbe considerarsi una condizione similari sotto tutti i punti di vista.

Leggi anche: METEORITE ENORME USATO COME FERMAPORTA DI UNA STALLA

Del resto le due come facilmente si può intuire i due scenari sono intimamente correlati. La deforestazione con conseguente aumento di CO2, la diminuzione di alcune specie di insetti, la diminuzione di acqua potabile sono solo alcuni degli ingredienti di un cocktail pericoloso per l'umanità intera. E questo sta influendo anche sulla economia globale. La cecità non porta evidentemente gli Stati ad un ravvedimento veloce che possa portare ad una inversione di marcia altrimenti impossibile da effettuare specie se si considera che il tempo passa e si avvicina sempre più il cosiddetto punto di non ritorno come affermano alcuni eminenti scienziati di fama mondiale. I dettagli completi dello studio saranno svelati il prossimo 6 maggio

  • Pubblicato in News
  • 0

La visita del Ministro Costa alla redazione di puntomagazine.it

Aver ospitato il Ministro Sergio Costa e il Sottosegretario all’Ambiente Salvatore Micillo ci rende fieri e orgogliosi

Ci sono dei passaggi nella vita professionale di ognuno di noi che fanno da spartiacque. Momenti in cui vi è un prima e un dopo che segnano inevitabilmente la storia, in questo caso, della nostra redazione. La visita del Ministro Sergio Costa e del Sottosegretario all’Ambiente Salvatore Micillo ci rendono fieri e orgogliosi premiando i tanti sacrifici di un progetto nato ormai più di 20 anni fa e che partendo dalla carta sta diventando a mano a mano un riferimento per l’informazione territoriale. Nelle prossime ore pubblicheremo anche le video interviste rilasciate ai nostri microfoni.

Abbiamo sempre scelto la via più difficile non perché siamo masochisti piuttosto essa rappresentava la maniera giusta di raccontare il nostro territorio. Nonostante i pochi mezzi a disposizione siamo stati in grado di tradurre in realtà inchieste come pochi prima di noi hanno osato o avuto modo di fare, guardando in faccia e denunciando i soprusi. A costo di rimetterci, senza mai scendere a compromessi con la nostra coscienza ne tantomeno cedere al canto delle sirene dollaro munite. Lottando invece contro chi cercava di smantellarci in ogni modo, da quelli a viso aperto a quelli subdoli e meschini come chi li commette e che solo un “paesano”, magari, può comprendere fino in fondo.

Tutto questo perché siamo accanto a chi non ha voce, a chi subisce la mala gestione politica, a chi non ha lavoro perché ha espresso il proprio pensiero “e non era localmente corretto”. Perché qui se la pensi diversamente resti tagliato fuori socialmente, lavorativamente e di peggio ancora. Dipende da chi è condotta l’escalation. Perché così “deve funzionare”. La politica, l’Italia stanno cambiando e la presenza di Costa e Micillo, così come di consiglieri regionali, senatori e deputati oltre ai consiglieri comunali (sempre in trincea) in mezzo alla gente e nei terreni che sono stati scenari di atrocità che tutti conosciamo e viviamo sulla nostra pelle, indicano un cambiamento di rotta concreto che ridona dignità e speranza al nostro popolo. Passando anche dalla nostra redazione e da Qualiano. Così come sono significative le assenze di chi ha governato per tantissimo tempo e non ha mai fatto nulla, a partire da chi ha amministrato o amministra i Comuni. Certe cose vanno dette, certe riflessioni vanno fatte: non siamo tutti uguali ma sono le scelte che ci rendono ciò che siamo.

Lasciate che dedichi l’ultimo pensiero alle forze dell’ordine, nella fattispecie al Capitano Andrea Coratza comandante della Compagnia Carabinieri Giugliano e al Maresciallo Pasquale Bilancio comandante della Stazione Carabinieri di Qualiano così come a tutti i miliari dell’Arma e della scorta del Ministro Costa che hanno gestito in modo esemplare la sicurezza degli ospiti del Governo italiano e della troupe RAI di Agorà nella nostra redazione.

  • Pubblicato in Focus
  • 0

Meteorite enorme usato come fermaporta di una stalla

Accade nel Michiga: il valore della roccia spaziale si aggira sui 100mila dollari

Era usata come fermaporta in una fattoria del Michigan negli USA ma in realtà quella che era considerata alla stregua di una semplice pietra ereditata all’atto dell’acquisto della fattoria si trattava di un meteorite tra i più grandi mai ritrovati nello stato americano. A riportare il particolare caso è Space.com

Leggi anche: SI AUTODISTRUGGE "GIRL WITH A BALLOON" DI BANKSY

Il nuovo proprietario, che sapeva l’origine spaziale della roccia, non aveva mai approfondito e incuriosito l’ha portata all’attenzione dell’Università del Michigan. Ebbene il valore della pietra che teneva aperta la porta della stalla potrebbe arrivare tranquillamente alla cifra di 100mila dollari. Il ritrovamento era stato fatto dal precedente proprietario che lo aveva raccolto verosimilmente negli anni ’30 quando insieme al figlio lo aveva ritrovato nella sua proprietà ancora caldo. 

  • Pubblicato in News
  • 0

Napoli, l'azzurro Meret è guarito e torna a disposizione

La notizia che si attendeva da settimane è finalmene ufficiale: Meret torna a dispozione

La SSC Napoli tramite il suo profilo twitter ufficiale ha confermato le indiscrezioni di questi giorni ovvero la guarigione del portiere Meret che potrà tornare a pieno ritmo nel gruppo. Un grandissimo recupero che da ulteriori chance alla squadra di Carletto Ancelotti. Ecco il tweet: 

 

  • Pubblicato in Sport
  • 0

Ricercatori ipotizzano che eruzione Vesuvio causò esplosione delle teste delle persone

Uno studio tutto italiano ipotizza nuovi scenari dall'analisi dei resti di Ercolano

L’argomento sarà di certo poco gioioso ma se visto dalla giusta prospettiva porta di certo nuovi dettagli riguardo l’eruzione del Vesuvio che portò alla distruzione delle città di Pompei ed Ercolano. Da uno studio condotto da un team di archeologi italiani emerge che l’eruzione del Vesuvio generò un calore così forte da far bollire il sangue dei malcapitati e trasformare la pelle e gli organi come il cervello direttamente in cenere. Addirittura si ipotizza che il cranio sia esploso in alcuni casi. Particolari difficili da immaginare se vogliamo ma che di certo spingono la ricerca a farci capire quale possano essere gli effetti del vulcano partenopeo e quale immensa potenza possa sprigionarsi da una eruzione come quella avuta nel 79 d.C. a pochi chilometri da Napoli.

Leggi anche: NAPOLI, ARRIVA LA RIFORMA DEL SISTEMA CIMITERI

L’ipotesi viene fuori da ulteriori studi condotti sugli scheletri delle vittime che sono giunte come tutti sanno fino ai giorni nostri quale reperto più unico che raro. I loro corpi sono stati ritrovati nella cosiddetta posizione del pugile, in cui gli arti si avvicinano al corpo a causa del contrarsi dei muscoli. Ebbene secondo i ricercatori i resti di ercolano indicano che propri i muscoli a causa del repentino e forte calore sono di fatto scomparsi più velocemente dei corpi che bruciano in un crematorio.

Facebook lancia Portal, il primo device per videochat interamente targato social

Il portale social di fatto entra nel mondo degli smart display

Facebook ha lanciato Portal, un dispositivo che permetterà agli utenti di effettuare delle videochiamate. Di fatto il social più famoso del mondo entra nella competizione degli smart display e lo fa alla sua maniera con due modelli, Portal al prezzo di circa 200$ e 10 pollici e Portal+ costo di circa 350$ e dotato di uno scermo da 15 pollici, annunciando la notizia direttamente sul social.Facebook ha lanciato Portal, un dispositivo che permetterà agli utenti di effettuare delle videochiamate. Di fatto il social più famoso del mondo entra nella competizione degli smart display e lo fa alla sua maniera con due modelli, Portal al prezzo di circa 200$ e 10 pollici e Portal+ costo di circa 350$ e dotato di uno scermo da 15 pollici, annunciando la notizia direttamente sul social.

Leggi anche: FALLA DI SICUREZZA IN FACEBOOK, 90MILIONI DI ACCOUNT DISCONNESSI

Presente anche Alexa, l'assistente smart di Amazon. Bloomberg da tempo aveva diffuso la notizia ma, con ogni probabilità, le turbolenze legate alla questione privacy degli ultimi mesi hanno posticipato il lancio dei due device che promettono di poter entrare prepotentemente nel mercato della comunicazione social e non solo.

Si autodistrugge "Girl With a Balloon" di Banksy

Era stata appena venduta per una cifra intorno a 1,4 milioni di dollari

Era stata appena venduta per la modica cifra di 1,4 milioni di dollari quando "La bambina con l'aquilone" si è di fatto autodistrutta davanti agli occhi increduli degli astanti e tra gli allarmi che scattavano. L'opera del famoso ed enigmatico artista di fama mondiale Banksy era stata battua in un’asta di Sotheby’s a Londra. 

Leggi anche: BANKSY DOES NEW YORK

Lo stesso artista ha poi rivendicato la distruzione attraverso il proprio profilo instagram commentando l'accaduto con "Going, going, gone...". L'operazione è potuta avvenire grazie a un congegno con comando remoto che si trovava sul retro dell'opera che l'ha tagliata a strisce. Ovviamente ne hanno parlato giornali di tutto il mondo e l'atto sembra essere in linea con il pensiero dell'artista che vuole l'arte libera da ogni tipo di costrizione. Soprattutto economica.

  • Pubblicato in News
  • 0

Germania 2006, il 9 luglio l'Italia in testa al mondo

Nel 2006 in Germania l'apoteosi del calcio italiano

Come non ricordarlo? Sono passati "appena" 12 anni ma sembra ieri quando il nostro Cannavaro dopo un mondiale scintillante alzava la coppa mostrandola per bene al mondo intero.Come non ricordarlo? Sono passati "appena" 12 anni ma sembra ieri quando il nostro Cannavaro dopo un mondiale scintillante alzava la coppa mostrandola per bene al mondo intero. Scommetto che ogni di voi si ricorda perfettamente con chi era e dove si trovava.

Leggi anche: FLORIDA, MORTO IL RAPPER XXX TENTACION

Momenti interminabili e conditi anche da visioni cupe (con i rigori si sa non abbiamo mai avuto un gran bel rapporto) ma quella volta proprio contro i francesci abbiamo deciso che di lì nessuno sarebbe passato e che la vittoria era nostra.Una nazionale fatta di grande calciatori, alcuni fuoriclasse come Buffon, Del Piero, Totti, Nesta e lo stesso Cannavaro condita dalla sapienza di un allenatore, Marcello Lippi, che seppe mescolare intuizioni a partite iniziate e schemi di gioco assodati, dando il via di fatto a un nuovo modo di intendere il calcio di nazionale. E, ci metto anche questo, io che ero intento a ripetere la mia tesi di laurea che da lì a meno di 10 giorni avrei discusso. Bei momenti di vita!

  • Pubblicato in Mondo
  • 0

Cacciapuoti Assessore? Onofaro: così come altri, persona valida e con esperienza che può contribuire alla buona amministrazione

Qualiano. La notizia è arrivata in redazione in queste ore. L’Avvocato Giulio Cacciapuoi ex consigliere e rimasto fuori dal consiglio comunale, potrebbe essere uno dei nomi della rosa in mano a De Leonardis per rivestire uno dei ruoli di assessore nella prossima giunta. A tale proposito abbiamo contattato Salvatore Onofaro ex sindaco e consigliere di maggioranza nelle file di Forza Italia. 

Cosa pensi dell'eventuale proposta di Giulio Cacciapuoti quale assessore e quale potrebbe essere in caso positivo l'assessorato giusto per la sua figura professionale?

Solo nella giornata di ieri si è avuta la proclamazione del Sindaco. Ora lasciamo che lo stesso si organizzi per affrontare le prime questioni amministrative. Dalla prossima settimana i gruppi politici si incontreranno per dare avvio ai lavori per la formazione della giunta. L'avvocato Giulio Cacciapuoti, così come altri, è una persona valida e con esperienza che può contribuire alla buona amministrazione del territorio.

Ovviamente ancora abbottonatissimi i toni ma nella risposta di Onofaro si intravede una possibilità, come potrete cogliere. Nelle prossime ore intervisteremo altri possibili candidati a quello che si è già avviato come il più classico dei #totoassessoriqualiano

  • Pubblicato in Focus
  • 0

Telegram è da alcune ore down in più nazioni del mondo

L'hashtag TelegramDown tra i trend su Twitter in poche ore

In queste ore rimbalza in tutto il mondo la notizia che Telegram, la celebre app di messaggistica vera alternativa a whatsapp, in pratica non funziona. La notizia ha ovviamente fatto immediatamente il giro del mondo e lo stesso Twitter ha visto l’hashtag #TelegramDown rimbalzare in pochissimi tra i trend della giornata.In queste ore rimbalza in tutto il mondo la notizia che Telegram, la celebre app di messaggistica vera alternativa a whatsapp, in pratica non funziona.

Leggi anche: APPWORLD: SIMPLE SCANNER E IL TUO SMARTPHONE DIVENTA UNO SCANNER

La notizia ha ovviamente fatto immediatamente il giro del mondo e lo stesso Twitter ha visto l’hashtag #TelegramDown rimbalzare in pochissimi tra i trend della giornata.Non sembrano ancora chiare le ragioni di questo disservizio (l’ennesimo a detta di qualche utilizzatore costante) che pare aver colpito utenti di più Nazioni. Vi terremo informati se ci fossero novità.

Sottoscrivi questo feed RSS