Log in
23-Oct-2018 Aggiornato alle 5:38 +0200

Dugenta, sfuttamento del lavoro nero: denunciati due imprenditori agricoli

  • Scritto da Nota stampa, Comando Prov. Carabinieri Benevento
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Dugenta, sfuttamento del lavoro nero: denunciati due imprenditori agricoli Foto: Carabineiri Dugenta, sfuttamento del lavoro nero: denunciati due imprenditori agricoli

Per i due imprenditori di Dugenta è scattata una multa da 35mila euro: reclutati ospiti di un centro d'accoglieza per lavorare nei campi.

 Dugenda - I Carabinieri del Comando Provinciale e del Nucleo Ispettorato del lavoro, hanno condotto un’attività mirata al contrasto dell’intermediazione illecita e lo sfruttamento di manodopera, soprattutto nel lavoro agricolo stagionale per la raccolta dei prodotti ortofrutticoli.

Attraverso servizi di osservazione dei militari delle Stazioni Carabinieri di Telese Terme e Guardia Sanframondi coadiuvati dai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro sono stati individuati e denunciati all’Autorità Giudiziaria due responsabili di un’azienda agricola di Dugenta (BN) mentre utilizzavano e sfruttavano illecitamente manodopera.

Industrial varnish

Leggi anche: RUBANO IN UN APPARTAMENTO DI DUGENTA (BN): ARRESTATE 4 PERSONE DI MADDALONI

Uno dei due imprenditori agricoli si era recato presso un centro di accoglienza per migranti a Telese Terme (BN), dove ha “reclutato” due extracomunitari richiedenti asilo, ospiti di quella struttura e li ha condotti presso un frutteto, sito in provincia di Caserta, dove vi erano altri due lavoratori, di cui uno extracomunitario, impiegati anch’essi in violazione delle norme relative all’assunzione e in condizioni di sfruttamento per l’inosservanza delle norme sulla sicurezza.

Pertanto, i due imprenditori oltre a essere stati denunciati in stato di libertà per le citate violazioni di legge per aver impiegato complessivamente quattro lavoratori in nero, di cui 3 extracomunitari richiedenti asilo, sono stati sanzionati con pene pecuniarie sia penalmente che amministrativamente per un totale di 35 mila euro.