Log in
23-Oct-2018 Aggiornato alle 5:38 +0200

Prevenzione legionellosi: accordo Arpac e Asl Avellino

Prevenzione legionellosi: accordo Arpac e Asl Avellino foto: pixabay

L'attività agenziale di monitoraggio va a coprire l'intero territorio

Napoli, 4 Ottobre 2018. È stata stipulata una convenzione tra l’Arpac nella persona del commissario straordinario Luigi Stefano Sorvino e l’Asl di Avellino rappresentata dal Direttore Generale Maria Morgante,  per la ricerca di Legionella SPP e di altri germi correlati in campioni ambientali di varie matrici prelevati dai sistemi di accumulo e distribuzione dell’acqua sanitaria nei sette presidi ospedalieri del capoluogo irpino (incluso il P.O. di Solofra di recente passato al Moscati e diventato Dea di secondo livello). 

Leggi anche: ARIANO IRPINO, SCOPERTA TRUFFA SUGLI ECOINCENTIVI

L'attività agenziale di monitoraggio della legionella, grazie al suo Laboratorio di riferimento regionale diretto da Anna Maria Rossi e locato a Salerno, in seguito a questa ulteriore stipula va a coprire l'intero territorio avellinese aggiungendosi, a livello regionale, agli accordi già in essere con l'azienda ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino (del 2005 ed in via di rinnovo), con l’azienda ospedaliera Gaetano Rummo di Benevento e con i dodici presidi ospedalieri dell’Asl di Salerno (dal 2012), mettendo in luce l'impegno dell'Arpac rispetto a questa tematica di rilevante impatto e ricercando la Legionella nelle matrici ambientali (acqua, aria, aerosol), esclusive fonti di trasmissione della malattia.

Il Dirigente del Servizio Comunicazioneprof. dott. Pietro Funaro