Log in
24-Sep-2018 Aggiornato alle 18:01 +0200

Al "Sanremo canta Napoli" c'è un po' di Villaricca e di Scampia

Presenti tra i partecipanti il Tenore Giuseppe Ippolito di Villaricca e Carlo Maddaloni di Scampia.

In questi giorni Sanremo sta omaggiando la canzone napoletana con un festival in suo nome.

Il “Sanremo canta Napoli", che si sta svolgendo nello storico Casinò, avrà la sua conclusione il prossimo 15 settembre con una serata conclusiva sul Palco che ogni anno celebra la canzone italiana, cioè l'Ariston. L’evento che vede la direzione artistica di Dario Salvatori, sarà trasmesso sui canali Rete Capri e Tele Capri, come le serate precedenti, condotte da Massimo Proietto.

Nella serata finale a celebrare la canzone napoletana, insieme ad artisti come Jalisse, Marisa Laurito, Pietra Montecorvino, Franco Fasano e altri big della canzone napoletana, saranno presenti i finalisti del concorso canoro che si stanno svolgendo in questi giorni e tra i vari artisti presenti in gara c’è anche un ragazzo di Villaricca.

Leggi ancheBENESSERE GIOVANI VILLARICCA: FORMAZIONE ED ESPERIENZA PROFESSIONALE

Giuseppe Ippolito, tenore di 27 anni, partecipa con un brano scritto da Gianfranco Baldetti e tradotto in napoletano da lui, il poeta Nino Carone e Carlo Maddaloni, proprio con quest'ultimo canterà il brano “Sentimento d'ammor".

Giuseppe Ippolito è laureato al conservatorio San Pietro Majella di Napoli, ha all'attivo divesi spettacoli teatrali presentati nei maggior teatri italiani, come il Petruzzelli di Bari e il San Carlo di Napoli.

Carlo Maddaloni ha 26 anni ed è di Scampia, cugino del campione olimpico Pino, si è avvicinato alla musica durante i gruppi parrocchiali, da lì in poi ha partecipato a diversi concorsi musicali e musical.

Io e Carlo – ci racconta il maestro Ippolito - ci siamo conosciuti durante un talent canoro, dove ci classificammo primo e secondo posto. Da lì abbiamo scoperto, oltre la nostra stima professionale, una grande amicizia. Il brano è stato realizzato dal compositore romano Gianfranco Baldetti

 “Aver conosciuto Giuseppe – ci spiega Maddalonimi ha fatto avvicinare e appassionare alla musica lirica. Nella mia carriera musicale ho avuto il piacere di conoscere diversi artisti come Giuseppe Povia, che mi hanno aiutato nel mio percorso e che mi ha dato forza di voler lasciare, attraverso la musica, un messaggio alla gente.”

I due artisti sperano di poter proseguire nel concorso per poter arrivare alla finale del Teatro Ariston.

Oltre i duo sono presenti in gara anche i seguenti concorrenti:

  • 01 Stanislao Auricchio, Pompei 
  • 02 Francesca D’Achille, Roma 
  • 03 Giordana Di Tota, Napoli 
  • 04 Antonio Enzio, Monte di Procida 
  • 05 Andrea Facciuti, Napoli 
  • 06 Fausto Fatima, Ariccia 
  • 07 Francesca Ferrara, Ventimiglia 
  • 08 Graziella Florentino, Procida 
  • 09 Veronica Kirmajer, Roma 
  • 10 Giuseppe Ippolito-Carlo Maddaloni/(duo), Villaricca NA, Scampia 
  • 11 Carmen Maisto, Mugnano di Napoli 
  • 12 Valentina Marzocchella, San Giorgio a Cremano 
  • 13 Mastroianni Maria Grazia, Portico di Caserta 
  • 14 Teresa Moccia, Recase di Caserta 
  • 15 Antonio Piccirillo, Napoli 
  • 16 Daniela Prevete, Cicciano 
  • 17 Giuseppe Russo, Maddaloni 
  • 18 Amato Scarpellino, Formia 
  • 19 Suonno d’ajere: Gentile-Scarpato-Libeccio (trio), Napoli. 
  • 20 Valentina Vergati, Sarno

 

 

Emanuele Amoruso

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.